Francia, serie divisionale FDC 2015

0 commenti

Il 9 dicembre 2014 la Francia emetterà la serie divisionale FDC datata 2015.
Verranno emesse 25.000 confezioni, ognuna delle quali conterrà le otto monete ordinarie ed avrà un prezzo di emissione di 37 euro.

francia_2015_div_fdc

Le banconote del diavolo

0 commenti

Nel 1954 in Canada furono introdotte le prime banconote con il ritratto della regina Elisabetta II, salita al trono da poco più di un anno (6 febbraio 1952). La nuova serie di banconote si componeva dei tagli da 1, 2, 5, 10, 20, 50, 100 e 1.000 dollari.
Ma nel ritratto della regina c’era un problema: nella sua acconciatura si poteva intravedere il volto del diavolo! Il disegnatore George Gundersen, che aveva realizzato il disegno a partire da una fotografia, si difese sostenendo la totale involontarietà del fatto e definì “orribili e stupefacenti” le accuse di aver inserito intenzionalmente il volto del demonio sulle banconote, forse per creare un messaggio subliminale. In ogni caso non esistono prove della volontarietà a carico di Gundersen.
Una volta che la presenza del diavolo sulle banconote divenne di pubblico dominio, molti canadesi rifiutarono di accettare in pagamento i nuovi biglietti; l’opinione pubblica avanzò subito la richiesta di sostituirle con biglietti raffiguranti un nuovo ritratto.
Il governo canadese assecondò la richiesta, ma non potè agire in tempi rapidi: i biglietti con l’effigie del defunto re Giorgio VI erano già stati ritirati, quindi non era possibile togliere subito dalla circolazione anche le nuove banconote perché ciò avrebbe provocato una forte penuria di moneta circolante. Non a caso la sostituzione dei biglietti incriminati fu portata a termine in cinque anni; entro il 1959 tutte le banconote con il volto del diavolo furono ritirate e sostituite con biglietti raffiguranti un diverso ritratto: l’acconciatura fu modificata e scurita. Fa eccezione il biglietto da 1.000 dollari, che non fu ritirato e che continuò a circolare per molti anni, anche se quasi esclusivamente nel mondo delle banche e della finanza; evidentemente in quegli ambienti maneggiare il volto del demonio non costituiva un problema.

canada_1954_diavolo

Portogallo, programma numismatico 2015

0 commenti

portogalloIl Portogallo ha diffuso il programma numismatico per l’anno 2015.
Cliccando sulle singole emissioni potrete vederne dettagli e foto.

- serie divisionale FDC;
- serie divisionale BU;
- serie divisionale proof;
- serie divisionale FDC per neonati;
- folder “Moneta Finalista” con moneta da 1 euro;
- 2 euro commemorativo per il 500° anniversario dei primi contatti con Timor;
- 2 euro commemorativo per il 150° anniversario della Croce Rossa portoghese;
- 2,50 euro per i 70 anni di pace in Europa;
- 2,50 euro per il patrimonio immateriale UNESCO;
- 2,50 euro per i Giochi Olimpici di Rio 2016;
- 2,50 euro per le trapunte di Castelo Branco;
- 2,50 euro per l’ambiente;
- 5 euro per la regina Isabella (serie Regine d’Europa);
- 7,50 euro in oro per le orgini culturali (serie ibero-americana).

Lituania, moneta per la battaglia di Orsha

0 commenti

La Battaglia di Orsha fu combattuta l’8 settembre 1514 tra l’esercito del Granducato di Mosca da una parte e quelli del Granducato di Lituania e del Regno di Polonia dall’altra. La battaglia si inserisce nella lunga serie di guerre combattute tra Moscovia e Lituania a causa delle ambizioni espansionistiche russe sulla Rutenia.
L’esercito russo poteva contare su trentamila uomini in più ma l’armata polacco-lituana riuscì comunque ad avere la meglio, riuscendo anche a conquistare alcune terre russe. Il comandante moscovita fu fatto prigioniero, insieme a tremila suoi soldati; altri trentamila perirono in battaglia.

Nel 2014 la Lituania ha commemorato il 500° anniversario della battaglia di Orsha con una moneta da 50 litas in argento 925. Disegnata da Rolandas Rimkunas e Giedrius Paulauskis, la moneta pesa 28,28 grammi ed ha un diametro di 38,61 millimetri. La tiratura è di 3.000 esemplari, tutti prodotti in versione proof.

lituania_2014_orsha

Austria, 5 euro per il Capodanno 2015

0 commenti

Il 3 dicembre 2014 l’Austria emetterà la sua prima moneta commemorativa datata 2015. Si tratta dell’annuale emissione dedicata al Capodanno (Neujahr); quest’anno la moneta celebra Die Fledermaus (“Il pipistrello”), la più celebre operetta di Johann Strauss, il quale la compose nel 1874. La moneta è stata realizzata da H. Andexlinger e da T. Pesendorfer; verrà emessa in due versioni, entrambe con lo stesso disegno:

  • 5 euro in rame puro: pesa 10 grammi ed ha un diametro di 28,5 millimetri. La tiratura è di 200.000 esemplari;
  • 5 euro in argento 800 (in foto): pesa 8 grammi ed ha anch’essa un diametro di 28,5 millimetri; la tiratura è di 50.000 esemplari, tutti distribuiti in un apposita confezione (seconda foto).

Cliccate sulle immagini per ingrandirle

austria_2015_capodanno_1

austria_2015_capodanno_2

Articoli precedenti

Powered by WordPress | Theme by N.Design