Stati Uniti, ecco il native dollar 2016

0 commenti

La moneta ordinaria da 1 dollaro statunitense è ogni anno diversa: mentre il rovescio raffigura sempre la nativa americana Sacagawea, il disegno del dritto (sempre dedicato ai nativi americani) viene rinnovato ogni anno.
Nel 2016 il native dollar celebrerà i code talkers, ovvero i 400 nativi americani che prestarono servizio come Marines degli Stati Uniti, il cui lavoro principale era di trasmettere messaggi tattici segreti nella loro madrelingua, totalmente incomprensibile al nemico.
Nella prima guerra mondiale la maggior parte ei code talkers erano della tribù Choctaw, mentre nel secondo conflitto mondiale erano in maggioranza Navajo. Ma vi erano anche alcuni Cherokee, Lakota, Mesquakie e Comanche; anche alcuni soldati di madrelingua basca furono impiegati come code talkers.
Questi soldati non ricevettero riconoscimenti fino alla declassificazione delle informazioni militari, avvenuta nel 1968. Nel 1982 gli fu dato un Certificato di Riconoscimento da parte del presidente degli Stati Uniti Ronald Reagan; egli rinominò, inoltre, il 14 agosto 1982 come il “Giorno dei Code Talker Navajo” (“Navajo Code Talkers Day“). Nei primi anni del XXI secolo furono assegnati ulteriori riconoscimenti, tra cui a Medaglia d’oro del Congresso (13 dicembre 2007). La storia dei code talkers è stata narrata nel film Windtalkers, uscito nel 2002.

usa_2016_native

La Russia celebra i 450 anni di Galileo

0 commenti

Nel 2014 ricorre il 450° anniversario della nascita di Galileo Galilei, fisico, filosofo, astronomo e matematico vissuto tra il 1564 e il 1642. Egli è considerato il padre della scienza moderna; fu il primo ad introdurre formalmente il metodo scientifico; di estrema importanza furono il suo ruolo nella rivoluzione astronomica e il suo sostegno al sistema eliocentrico e alla teoria copernicana.

La Russia ha dedicato a questo anniversario due monete da 25 rubli in argento 925 con lo stesso disegno. Entrambe pesano 155,55 grammi (5 once) ed hanno un diametro di 60 millimetri; la versione ordinaria ha una tiratura di 850 esemplari, mentre di quella colorata (in foto) ne sono stati emessi solo 150.

Ricordiamo che anche l’Italia ha celebrato i 450 anni di Galileo con un 2 euro commemorativo., mentre le isole Cook hanno emesso una moneta in argento.

russia_2014_galileo

Francobollo per la costa dei trabocchi

0 commenti

Il 25 ottobre 2014 Poste Italiane ha emesso un francobollo da 70 centesimi dedicato alla costa dei trabocchi, ovvero il tratto di litorale Adriatico della provincia di Chieti (Abruzzo) caratterizzato dalla diffusione del trabocco, macchina da pesca su palafitta. È un tratto di costa famoso in tutta Italia per la sua bellezza naturalistica e per la sua eterogeneità: ognuno dei paesi della Costa mantiene infatti le proprie caratteristiche e tradizioni.

Il francobollo è opera di Anna Maria Maresca, ha un formato di 48 x 40 millimetri ed una tiratura di 800.000 esemplari. Raffigura il trabocco del Turchino, che sorgeva sulla costa di San Vito Chietino; questo simbolo dell’Abruzzo è purtroopo stato distrutto dal vento e dall’incuria nella notte tra il 26 e il 27 luglio 2014.

italia_2014_trabocchi

Francia, monete per i cristalli di Baccarat

0 commenti

Baccarat è un comune francese situato nel dipartimento della Meurthe e Mosella, in Lorena. Conta 4.723 abitanti ed è noto per la produzione di cristalli (bicchieri, vasi, gioielli e oggetti decorativi). Oltre alla fabbrica, fondata nel 1764, Baccarat ospita anche il museo del cristallo, che consente di conoscere le tecniche di fabbricazione e di osservare opere superbe.
Il cristallo è anche nella chiesa del paese, costruita tra il 1953 e il 1957: le vetrate sono state realizzate in cristallo dagli artisti di Baccarat.

Nel 2014 si celebra il 250° anniversario della fondazione della cristalleria di Baccarat; la zecca di Parigi ha quindi dedicato a Baccarat e ai suoi cristalli cinque monete, tutte con lo stesso disegno e tutte contenenti un inserto in cristallo rosso che sostituisce uno 0 del valore. Eccole in dettaglio:

  • 10 euro in argento 900 (in foto): pesa 22,20 grammi ed ha un diametro di 37 millimetri. La tiratura è di 10.000 esemplari, ognuno dei quali ha un prezzo di emissione di 60 euro;
  • 50 euro in argento 950: pesa 163,80 grammi (contiene quindi cinque once d’argento puro) ed ha un diametro di 50 millimetri. La tiratura è di 500 esemplari, ognuno dei quali ha un prezzo di emissione di 456 euro;
  • 50 euro in oro 920: pesa 8,45 grammi (contiene quindi un quarto di oncia d’oro puro) ed ha un diametro di 22 millimetri. La tiratura è di 1.000 esemplari, ognuno dei quali ha un prezzo di emissione di 440 euro;
  • 200 euro in oro puro: pesa 31,10 grammi (un’oncia) ed ha un diametro di 37 millimetri. La tiratura è di 500 esemplari, ognuno dei quali ha un prezzo di emissione di 1.750 euro;
  • 5.000 euro in oro puro: pesa 1.000 grammi ed ha un diametro di 85 millimetri; la tiratura è di appena 29 esemplari, ognuno dei quali ha un prezzo di emissione di 125.000 euro.

Cliccate sull’immagine per ingrandirla

francia_2014_baccarat

Foglietto erinnofilo per Romafil 2014

0 commenti

Il 24 ottobre, in occasione del convegno Romafil 2014 il gruppo Poste Italiane emetterà uno speciale foglietto erinnofilo.
Il foglietto è dedicato al bilmillenario augusteo e raffigura il dritto della moneta in argento da 10 euro emessa quest’anno e, sullo sfondo, alcuni fregi dell’Ara Pacis. Verranno emessi 1.000 esemplari numerati; il formato è di 20,5 x 15,5 centimetri; l’autore del bozzetto è Stefano Maggi.

L’erinnofilia è il collezionismo di bolli chiudilettera che sono del tutto simili ai francobolli, ma che non hanno valore né postale né fiscale. Molto probabilmente la loro origine si deve all’uso di applicare sul lembo della lettera un’etichetta chiudilettera, sistema che alla metà dell’800 cominciò a sostituire i sigilli di ceralacca.

Cliccate sull’immagine per ingrandirla

romafil_2014_augusto

Articoli precedenti

Powered by WordPress | Theme by N.Design