Niue, moneta per la camera d’ambra

Nel 1717, quando l’ambra era un materiale più prezioso dell’oro, Federico Guglielmo di Prussia ne donò allo zar Pietro il Grande ben sei tonnellate. Questa grande quantità di ambra fu impiegata trent’anni dopo da Caterina la Grande per realizzare quella che è conosciuta come l’ottava meraviglia del mondo: un’intera sala ricoperta di pannelli di ambra. L’opera, ideata dallo scultore prussiano Andreas Schlüter, fu realizzata nel 1755 ed era situata a San Pietroburgo, nel palazzo di Tzarskoje Selo, dove rimase fino al 1941. Le vicende successive non sono chiare: non è chiaro se la camera d’ambra fu celata alla vista delle truppe naziste con un trucco o se invece venne smontata e rubata dalle SS che poi la nascosero nel castello di Königsberg. L’unica certezza è che questo capolavoro è scomparso e non se ne è avuta più notizia.

Nel 2012 l’isola di Niue ha dedicato alla camera d’ambra (e al suo mistero) una moneta da 2 dollari in argento 925. La moneta pesa 62,20 grammi (2 once) ed ha un diametro di 50 millimetri; è stata disegnata da Dobrochna Surajewska ed ha una tiratura di 2.000 pezzi. Questa moneta è la prima di una nuova serie dedicata ai “Misteri della storia”.

Cliccate sull’immagine per ingrandirla

niue_2012_ambra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.