Turchia, moneta per la città di Aspendos

Aspendos era la più antica città della Panfilia, situata sulla riva destra del fiume Eurimedonte. Pur subendo l’influenza ellenica, Aspendos conservò a lungo il suo dialetto e i costumi indigeni; infatti, come testimoniano la legenda ESTFEDIIUS sulle sue monete, il nome antico della città era Estwediis.
Assediata e conquistata da Alessandro Magno, Aspendos concesse ostaggi e pagò tributi al re macedone. In seguito la città passò ai Tolomei e poi agli Attalidi e infine, dopo la morte di Attalo III, entrò a far parte dell’Impero Romano (sotto il quale la città emise monete con la legenda ACPENDIWN o ASPENDIWN).
Ad oggi, pur non essendo stati condotti scavi approfonditi, sono tornati alla luce alcuni monumenti: lo stadio (in realtà un ippodromo), l’agorà trapezoidale (con tabernae e un ninfeo), il bouleuterion (che si trova alle spalle dell’agorà), la basilica, l’acquedotto (lungo ben 600 metri) e il teatro.
Proprio questi ultimi due sono i protagonisti della moneta da 50 lire che la Turchia ha dedicato alla città di Aspendos. La moneta è in argento 925, pesa 31,10 grammi (un’oncia) ed ha un diametro di 38,61 millimetri; la tiratura è di soli 2.000 pezzi.

Cliccate sull’immagine per ingrandirla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.