È morto l’artista Georges Mathieu

Georges Mathieu in una foto del 2008

Il 10 giugno 2012 a Boulogne-Billancourt è morto Georges Mathieu, pittore francese esponente del tachisme (detto anche arte informale), uno stile pittorico di arte astratta apparso in Francia negli anni ’40 e ’50. Mathieu fu uno dei padri di questo stile pittorico e dell’astrazione lirica.
Nato a Boulogne-sur-Mer nel 1921, Mathieu iniziò a dipingere nel 1944, praticando un’astrazione libera e gestuale. A partire dal 1947, si fece notare per la sua applicazione del colore direttamente dal tubetto. Mathieu fu il primo ad imporre la gestualità all’interno della Scuola di Parigi e ad essere consapevole delle affinità tra la pratica dell’astrazione lirica e l’espressionismo astratto; ciò lo spinse a mettersi in contatto con le gallerie americane. I suoi grandi dipinti furono realizzati con molta rapidità ed in modo impulsivo. Espose per la prima volta nel 1946, al “VI Salon des moins de 30 ans”, alla Galerie des Beaux-Arts di Parigi, e nel 1950 tenne la sua prima mostra personale alla “Galerie Renè Drouin” di Parigi.

In questa sede vogliamo ricordare Georges Mathieu anche come incisore della moneta da 10 franchi che circolò in Francia dal 1974 al 1987. La moneta fu creata dal decreto del 23 settembre 1974 e demonetizzata con il decreto del 9 settembre 1991.
È in lega cupronickel-alluminio, pesa 10 grammi ed ha un diametro di 26 millimetri. Al dritto vi è la mappa della Francia e, su di essa, la sigla RF. Al rovescio, invece, sono raffigurate varie attrezzature da lavoro. Il contorno presenta in incuso la legenda LIBERTÉ ÉGALITÉ FRATERNITÉ. In 13 anni circolarono 673.238.196 esemplari di questa moneta, tutti coniati dalla zecca di Pessac.

Cliccate sull’immagine per ingrandirla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.