Palermo, sequestrate 3.900 banconote false

10 ottobre 2011 – Le Fiamme Gialle di Palermo hanno sequestrato 3.900 euro in banconote false nel porto del capoluogo siciliano, per un controvalore complessivo di 220.000 euro.
La Guardia di Finanza ha fermato due passeggeri di origine campana, sbarcati dal traghetto proveniente da Napoli, che avevano chiamato un taxi per uscire dallo scalo: dopo una perquisizione dei loro bagagli è stato scoperto un grosso plico contenente le banconote contraffatte da 20, 50 e 100 euro, per un valore complessivo di 220.000 euro (1.400 pezzi da 100 euro,1.000 da 50 e 1.500 da 20). Una persona è stata arrestata, mentre l’altra è stata solo denunciata perchè disabile; i due hanno sul loro conto numerosi precedenti di polizia per falsificazione di moneta.
Secondo le Fiamme Gialle, la falsificazione è risultata “di fattura particolarmente pregevole, in quanto realizzata con una notevole attenzione nel riprodurre le caratteristiche di sicurezza esistenti sulle banconote vere, in modo tale da ingannare più facilmente i consumatori”. I falsari, infatti, oltre a riprodurre la carta filigranata con consistenza e rilievi simili alle banconote autentiche, hanne realizzato a stampa l’effetto del “filo di sicurezza” e sono riusciti a riprodurre alcuni microcaratteri come l’ologramma, e il colore cangiante del valore e della striscia laterale.

(immagine di repertorio)

Precedente Lituania, moneta per gli europei di basket 2011 Successivo Il barone ribelle, novità editoriale

Un commento su “Palermo, sequestrate 3.900 banconote false

  1. indubbiamente questa è la notizia più pubblicata della settimana.
    certo che trovare 220.000 euro in banconote false non è neanche una cosa da poco….

I commenti sono chiusi.