Il Giornale della Numismatica chiude

giornale_numismatica_0È durata solo due anni e mezzo l’esperienza del Giornale della Numismatica, il mensile pubblicato per la prima volta nel gennaio 2012 ed edito dalla Quibus Edizioni (appartenente al gruppo Bolaffi). L’ultimo numero ad essere pubblicato sarà quello di luglio-agosto.
Purtroppo da settembre le edicole italiane non venderanno più alcuna rivista dedicata alla numismatica, visto che le ultime pubblicazioni rimaste (Panorama numismatico e Monete antiche) sono diffuse solo tramite abbonamento postale.
Comunque il Giornale della Numismatica verrà sostituita da un sito internet gratuito. Questo è il comunicato ufficiale della Quibus Edizioni:

Il Giornale della Numismatica cambia volto
Desideriamo comunicarle che, a partire da settembre, il Giornale della Numismatica cambierà volto e diventerà Il Giornale della Numismatica on-line, un ricco portale dedicato alla numismatica che sostituirà per intero la testata cartacea.
La versione web sarà un vero e proprio sito gratuito di diffusione e propaganda numismatica con notizie, approfondimenti, novità e anche un blog per scambiarsi opinioni, esperienze e curiosità .
Una testata interattiva e appassionante, che confermerà come direttore editoriale Roberto Ganganelli e in cui verrà dato ampio spazio alle news in tempo reale.
La versione cartacea concluderà le pubblicazioni con il numero di Luglio/Agosto. I numeri che non potrà più ricevere le saranno rapidamente rimborsati, in modo da crearle il minore disagio possibile.

Precedente Francobollo per la strage di Piazza della Loggia Successivo Canada, moneta per il balletto di Winnipeg

Un commento su “Il Giornale della Numismatica chiude

  1. gandini Ercolano il said:

    Non condivido nessuna delle considerazioni espresse dal prof Cangarelli nel suo ultimo editoriale sulla rivista il “giornale della Numismatica”.
    Non dica cose quel singore che non conosce. Dare all’ambiete signorilità ed eleganza aromatica disturba il collezionismo, come le cravatte per la filatelia.
    Il nnno di quel singore, di cui lei con tanto enfasi riprende le considerazioni, avrebbe certamente non condiviso la linea della Nuova Soc Bolaffi. Ma cosa vuole … tante teste, tante condierazioni…è nella diversità di opinioni che il nostro mondo cresce.
    Ad majora

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.