Il Kazakistan abbandona il cirillico

Nel maggio 2017 il presidente kazako Nursultan Nazarbayev ha annunciato l’abbandono dell’alfabeto cirillico a favore di quello latino, istituendo la “Commissione nazionale per la modernizzazione della società”, incaricata di elaborare la trascrizione dei suoni kazaki nell’alfabeto latino.

Nazarbayev ha motivato la sua decisione con la volontà di rendere più veloce il rinnovamento del paese. Ma secondo molti osservatori vi sono anche ragioni politiche, ovvero il desiderio di indebolire i legami con la Russia.

Il passaggio tra i due alfabeti si completerà entro il 2025, ma sulle monete la scrittura è cambiata già nel 2019. Infatti sono appena state emesse le nuove monete con la legenda TENGE al posto di ТЕНГЕ e CAZAQSTAN RESPVBLIKASI anziché КАЗАКСТАН РЕСПУБЛИКАСЫ.

Le monete con le legende in cirillico (nella seconda foto) continueranno ad avere corso legale e non verranno ritirate dalla circolazione. Le nuove monete presentano gli stessi disegni, peso e diametro delle precedenti.

Precedente Russia, 2 rubli 2019 per il leopardo dell'Amur Successivo Irlanda, programma numismatico 2019