Allarme banconote false: toccare, muovere, guardare

La Banca centrale europea ha reso noti i dati relativi alle contraffazioni dei vari tagli dell’euro, da cui emerge una riduzione del 5,9% da banconote contraffatte del secondo semestre del 2010,  rispetto al primo semestre, con il picco che è stato toccato nel mese di ottobre con 447mila banconote false.
E’ diminuito il numero di banconote da 20 euro contraffatte, che si è ridotto al 38%, mentre è salito quello delle banconote da 50 euro che è pari al 43,5% (i due tagli costituiscono l’81,5%  del totale delle contraffazioni) seguito da quelle da 100 euro pari al 13,5%. Mentre per gli altri tagli vi è una quota pari all’1,5%, ad eccezione dei 5 euro che è pari solo allo 0,5%.
Inoltre il 97% delle banconote contraffatte sono state individuate nei paesi dell’eurozona, mentre solo 1,5% negli stati membri dell’Unione europea non appartenente all’area (Ue-26), e la restante parte nel resto del mondo. La Bce ha rinnovato l’invito a tutti di porre particolare attenzione nel controllare le banconote, soprattutto quelle più a rischio, ricevute nelle operazioni in contanti.
Come suggerimento viene dato il confronto con una banconota delle stesso taglio la cui autenticità è stata comprovata. Se non si ha una banconota di confronto con queste caratteristiche bisogna usare il metodo del toccare, guardare, muovere.
Toccare gli elementi in rilievo: speciali tecniche di stampa conferiscono ai biglietti una particolare consistenza, i punti precisi della banconota. Guardare una banconota in controluce: saranno così visibili la filigrana, il filo di sicurezza e il numero in trasparenza.

Le tre caratteristiche sono riscontrabili su entrambi i lati dei biglietti autentici.
Muovere la banconota: sul fronte si può osservare l’immagine cangiante dell’ologramma.
Sul retro, inclinando leggermente il biglietto, è possibile notare la striscia brillante sui tagli bassi e su quelli elevati il numero di colore cangiante.

Cristina Iadeluca

Fonte: http://www.economia.we-news.com/

Una risposta a “Allarme banconote false: toccare, muovere, guardare”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.