Francia: le monete di Luigi Filippo (1830-48)

Luigi Filippo d’Orléans, duca d’Orléans (Parigi, 6 ottobre 1773 – Claremont, 26 agosto 1850).

Nel 1830, la rivoluzione dei “tre giorni gloriosi” rovesciò Carlo X, che abdicò.
Temendo una rivolta repubblicana, la rivoluzione portò al trono Luigi Filippo, già il mese successivo, entrò in vigore una nuova Costituzione approvata dai due rami del Parlamento (non concessa dal Re). Luigi Filippo era “Re dei Francesi” (e non «di Francia e di Navarra» come il suo predecessore); questo nuovo titolo fu una innovazione costituzionale di rilievo che legò la sovranità al popolo e non al monarca, il quale, secondo una felice espressione del Thiers «regna ma non governa». Le modificazioni alla precedente carta non furono comunque irrilevanti se si pensa che venne abbassato il censo per essere elettori o deputati e venne abolito il voto plurimo introdotto nel 1820. L’iniziativa legislativa divenne anche parlamentare, oltre che regia.

Durante l’insurrezione, Luigi Filippo abdicò il 24 febbraio 1848, si travestí e lasciò Parigi. Fuggí in Inghilterra viaggiando con una banale vettura e prendendo il nome di “M. Smith”.
Luigi Filippo e la sua famiglia vissero in Inghilterra fino alla sua morte il 26 agosto 1850 a Claremont nella contea di Surrey. È sepolto nella tomba di famiglia, sita in Dreux.

***

Cliccate sul nome della moneta per accedere alla relativa scheda:

Argento

Oro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.