Lituania, moneta per la testuggine palustre

La testuggine palustre europea (Emys orbicularis) è una specie delle Emydidae. I maschi sono lunghi 15-18 cm mentre le femmine sono più grandi e raggiungono i 20-22 cm. Il piastrone (scudo ventrale) è composto da dodici elementi, ha un colore giallo sabbia uniforme con scarse venature più scure. Lo scudo dorsale (carapace) è collegato con il piastrone attraverso legamenti cartilaginei che favoriscono la mobilità di entrambe le parti, è ricoperto da cinque placche vertebrali, otto costali e venticinque marginali delle quali una nucale e due caudali. Il carapace è appiattito e ovale, il colore di fondo è molto variabile, va dal marrone oliva al verde scuro, fino al nero.
La testuggine palustre è un animale prevalentemente carnivoro: si nutre di lumache, piccoli crostacei, larve di insetti, molluschi, girini, invertebrati acquatici. Non disdegna i pesci morti o le carogne di altri animali, né alcune piante acquatiche come le lenticchie d’acqua e le ninfee. Anche se occasionalmente si avventura sulla terraferma in cerca di cibo, questo animale mangia esclusivamente nell’acqua; ciò è dovuto al fatto che può inghiottire soltanto sott’acqua. Da ottobre a marzo la testuggine sverna in acqua, preferibilmente nel fango, in uno stato di ibernazione quasi totale in cui l’animale respira assimilando l’ossigeno attraverso l’epidermide e la cloaca.
La testuggine palustre europea è presente in quasi tutto il continente europeo con l’eccezione delle zone dei paesi scandinavi: il suo habitat va dalla penisola balcanica all’Anatolia, dal Nord Africa alla penisola iberica e si estende in Francia, in Italia in Ungheria, in Polonia, in Lituania. Proprio quest’ultimo paese nel 2012 ha dedicato alla testuggine palustre europea una moneta da 50 litas in argento 925. La moneta pesa 28,28 grammi ed ha un diametro di 38,61 millimetri. La tiratura è di 3.000 pezzi, tutti prodotti in versione fondo specchio (proof); la moneta è stata disegnata da Gediminas Karalius e fa parte della serie “Natura lituana” (Lietuvos gamta).

Cliccate sull’immagine per ingrandirla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.