Grecia, moneta in oro per l’antica città di Pella

Pella (in greco Πέλλα) è un’antica città della Grecia che era situata nella regione della Bottiea (in Macedonia). Il nome della città deriva dal dialetto dorico, in cui la parola Apella significava “luogo cerimoniale dove prendere delle decisioni”.
Pella fu fondata da Archelao I, re di Macedonia dal 413 al 399 a.C., e divenne la capitale del Regno di Macedonia; fu anche sede dell’impero di Filippo II e Alessandro Magno. Nel 168 a.C., dopo la sconfitta dei Macedoni nella battaglia di Pidna ad opera dei Romani, la città fu saccheggiata e privata di molti suoi tesori, che erano stati accumulati grazie alle imprese di Alessandro e Filippo II.
Dopo questi fatti la città visse una graduale decadenza e, pian piano, ritornò ad essere un grande villaggio, ritrovo di mercanti e di predoni, costituito perlopiù da baracche. Il colpo di grazia per Pella venne da un terremoto che la distrusse; nel 180 Luciano di Samosata la descrisse come una città “insignificante, con pochissimi abitanti”. Citata in una fonte per l’ultima volta nel VI secolo, la città venne definitivamente distrutta dagli slavi.

Nel 2012 dedica a Pella una moneta da 50 euro  in oro 999; le moneta pesa 1 grammo ed ha un diametro di 14 millimetri. La tiratura è di 4.000 pezzi, ognuno dei quali ha un prezzo di emissione di 75 euro.

Cliccate sull’immagine per ingrandirla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.