Israele, trovate 108 monete d’oro islamiche

Archeologi israeliani hanno scoperto un tesoretto di 108 monete d’oro nella località di Arsuf, situata sulla costa a 16 chilometri a nord di Giaffa (vedi mappa a lato).
Si tratta di monete fatimidi coniate ad Alessandria d’Egitto intorno all’anno 1000; 93 monete pesano 4 grammi l’una, mentre le restanti 15 pesano appena 1 grammo ciascuna. Erano nascoste in un contenitore parzialmente rotto e riempito di sabbia, forse proprio per dissimulare la presenza delle monete.
Si ritiene che le monete furono nascoste poco prima che la città venisse conquistata dagli arabi; infatti nel 1265 Arsuf venne espugnata dal sultano mamelucco Baybars Bunduqdārī. La città era difesa da circa 300 ospitalieri che combatterono duramente, ma furono costretti alla resa dopo aver subito pesanti perdite. La resa venne accettata con la condizione di lasciare in libertà i difensori, ma la promessa non fu tuttavia mantenuta: Baybars li fece uccidere tutti e, in seguito, rase al suolo la fortezza perché temeva che potesse essere riutilizzata dai Crociati. La distruzione della città fu totale ed essa non venne mai più ricostruita. Durante la stessa campagna di scavo, guidata dal professor Oren Tal dell’Università di Tel Aviv, sono state trovate centinaia di punte di freccia e molte munizioni per catapulta.

Video sul tesoretto di 108 monete d’oro


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.