Stati Uniti, dollari presidenziali 2013

Nel 2013 gli Usa, come negli anni passati, emetteranno quattro monete da 1 dollaro (destinate alla circolazione) per la serie dei presidenti. I presidenti celebrati quest’anno sono:

Cliccate sulle immagini per ingrandirle

William McKinley (25° presidente dal 1897 dal 1901)
Repubblicano, promosse una decisa politica protezionista e il sistema aureo contro il bimetallismo. Vinse la guerra ispano-americana contro Cuba: l’isola era ancora una colonia spagnola, ma gli americani vi avevano enormi interessi nelle piantagioni e in molti sollecitavano l’intervento armato per conquistarla. Il 15 febbraio 1898 la corazzata Maine, inviata nella rada dell’Avana, esplose provocando la morte di 262 persone. Pur senza avere alcuna prova a favore dell’attentato, Stati Uniti e Spagna si dichiararono guerra. La vittoria portò a McKinley grande popolarità, permettendogli una facile rielezione. Il secondo mandato, tuttavia, fu bruscamente interrotto il 6 settembre 1901 a Buffalo (New York) quando Leon Czolgosz, anarchico di origine polacca, sparò a McKinley, che morì il 14 settembre per le ferite riportate.
La moneta è opera di Phebe Hemphill e verrà emessa il 19 febbraio 2013.

.

Theodore “Teddy” Roosevelt (26° presidente dal 1901 dal 1909)
Repubblicano, ottenne grande popolarità partecipando alla conquista di Cuba e venne eletto vicepresidente di McKinley. Dopo l’uccisione di quest’ultimo, Roosevelt divenne presidente; nel 1903 riuscì a concludere un accordo per la costruzione del canale di Panama. Vinte le presidenziali del 1904, iniziò ad occuparsi dei diritti dei lavoratori e di politiche ambientali; inoltre decise la costruzione di imponenti opere pubbliche e istituì una pensione per tutti i veterani di guerra. Nel 1905 fece da mediatore nella guerra tra Russia e Giappone; per aver messo fine al conflitto, nel 1906 gli venne assegnato il Premio Nobel per la pace. Non si ripresentò alle elezioni del 1908.
La moneta è opera di Joseph Menna e verrà emessa il 14 aprile 2013.

.

William Howard Taft (27° presidente dal 1909 dal 1913)
Repubblicano, già Governatore Provvisorio di Cuba nel 1906 e direttore dei lavori del Canale di Panama nel 1907, Taft godeva di grande stima da parte di Roosevelt: questo gli valse la candidatura e la vittoria alle presidenziali del 1908. Fu un buon amministratore ma commise degli errori in politica estera, perché sostenne indiscriminatamente tutti i governi, anche quelli dittatoriali, che potevano essere utili all’economia degli Stati Uniti (la cosiddetta Diplomazia del Dollaro); questo gli fece perdere il consenso di molti americani. In seguito si verificò la rottura fra Roosevelt e Taft, dovuta alla sostituzione di James Garfield come responsabile per l’Amministrazione degli Affari Interni: Roosevelt si ripresentò alle presidenziali del 1912, elezioni in cui Taft si piazzò addirittura terzo.
La moneta è opera di Barbara Fox (disegno) e Michael Gaudioso (incisione del conio) e verrà emessa il 13 luglio 2013.

.

Thomas Woodrow Wilson (28° presidente dal 1913 dal 1921)
Democratico, nel 1910 divenne presidente della American Political Science Association: ciò gli permise di costruirsi una reputazione a livello nazionale e di intraprendere la carriera politica. Dopo essere stato, per breve tempo, governatore del New Jersey, Wilson si candidò alle presidenziali del 1912 e vinse facilmente perchè i repubblicani dispersero i voti presentando ben due candidati (Roosevelt e Taft).
Da presidente Wilson istituì la Federal Reserve, mise al bando il lavoro minorile e istituì un sistema di assicurazione contro gli infortuni dei lavoratori. Nel 1917 decise l’entrata degli Stati Uniti nella prima guerra mondiale. Tra il 1914 e il 1918 gli Stati Uniti intervennero molte volte, anche militarmente, in America Latina, in particolare in Messico, Haiti, Cuba e Panama. Tra il 1917 e il 1920 gli USA appoggiarono il movimento dei Russi Bianchi nella guerra civile russa, dapprima finanziariamente, ma in seguito con un blocco navale e truppe di terra a Murmansk, Arcangelo e Vladivostok. Per la sua opera ai trattati di pace, nel 1919 fu assegnato a Wilson il Premio Nobel per la Pace. Infatti il presidente aveva elaborato i principi di nazionalità e di autodeterminazione dei popoli, la cui applicazione causò il dissolvimento degli imperi multinazionali.
Wilson fu criticato per aver istituito la segregazione razziale nel governo federale. Nell’ottobre 1919 Wilson venne colpito da un ictus, ma questo fatto fu tenuto segreto fino alla sua morte, avvenuta nel 1924.
La moneta è opera di Don Everhart e verrà emessa il 13 ottobre 2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.