Polonia, moneta per la via dell’ambra

Gli antichi romani utilizzavano l’ambra per produrre impugnature, profumi e altri prodotti di toilette. Il prezioso materiale veniva importato dalle regioni baltiche. Infatti il percorso principale dell’ambra (si veda l’ultima immagine) partiva dai centri costieri del mar Baltico, per poi attraversare la Boemia, per raggiungere infine Aquileia e il resto d’Italia.

Le regioni d’origine dell’ambra si trovavano soprattutto nell’attuale Polonia. Non a caso nel 2001 la zecca di Varsavia ha dedicato alla via dell’ambra una bella moneta da 20 zloty in argento 925. La moneta pesa 28,28 grammi ed ha un diametro di 38,61 millimetri; emessa in 30.000 esemplari, raffigura il percorso dal Baltico all’Italia.

In alto contiene un inserto circolare in ambra e in basso raffigura un denario romano emesso da Nerone, ovvero una delle monete con cui i romani pagavano l’ambra importata. Sul bordo vi è la legenda Szlak Bursztynowy, che significa “via dell’ambra”. Sulll’altro lato sono raffigurati due manufatti realizzati in ambra.