Il monastero di Santa Catalina di Arequipa

Il monastero di clausura di Santa Catalina (ovvero Santa Caterina da Siena) di Arequipa (Perù) fu costruito nel 1579, fondato da una ricca vedova, Maria de Guzman. L’inaugurazione avvenne il 2 ottobre 1580.
É il più grande convento del mondo in quanto si estende su una superficie di 20.462 metri quadrati; queste caratteristiche lo rendono il più importante edificio religioso del Perù. Si trova al centro della città di Arequipa e, data la sua vastità, contiene al suo interno strade, giardini, chiostri e parchi.
Il monastero è largamente decorato nello stile mudéjar, ovvero quell’espressione artistica elaborata in terra iberica nel periodo immediatamente successivo alla fine del dominio musulmano di al-Andalus e che costituisce la prosecuzione dello stile cosiddetto mozarabo.
Nel 1960 il monastero fu danneggiato da un terremoto e il 15 agosto 1970 smise di essere un centro di clausura assoluta, per essere aperto al pubblico.

Nel 2011 il Perù ha emesso una moneta da 1 nuovo sol dedicata al monastero; destinata alla circolazione, è in cupronichel ed è stata prodotta in 10.000.000 di pezzi. Pesa 7,32 grammi ed ha un diametro di 25,5 millimetri.

Cliccate sull’immagine per ingrandirla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.