Finlandia, medaglia per la guerra d’inverno

La guerra d’inverno (o guerra russo-finlandese) fu combattuta tra il 30 novembre 1939 e il 12 marzo 1940 dalla Finlandia e dall’Unione Sovietica, nell’ambito della seconda guerra mondiale.
La guerra esplose a causa delle mire sovietiche su alcuni territori finlandesi di importanza strategica. La causa occasionale fu invece il cosiddetto “incidente di Mainila”: il 26 novembre 1939 l’omonimo villaggio fu bombardato da sette colpi di artiglieria che uccisero alcuni militari e civili sovietici. Ognuno dei due paesi diede la responsabilità all’altro e così scoppiò la guerra.
Il conflitto durò 105 giorni e si concluse con la vittoria sovietica, costata 126.875 morti fra i soldati russi e 26.662 fra quelli finlandesi; morirono anche 957 civili. Il trattato di pace venne firmato a Mosca il 12 marzo 1940 e costò alla Finlandia il 10% dei suoi territori, nei quali viveva il 12% della popolazione del paese scandinavo. 430.000 finlandesi lasciarono le loro case e si trasferirono nelle regioni dell’ovest.

Nel 2014, in occasione del 75° anniversario della guerra d’inverno, la Finlandia ha emesso una medaglia commemorativa in ottone. Pesa 20,5 grammi ed ha un diametro di 38,6 millimetri.
La tiratura è di 20.000 esemplari, ognuno dei quali viene venduto dalla zecca ad un prezzo di 30 euro; i proventi della vendita finanzieranno la costruzione del memoriale in onore delle vittime della guerra d’inverno, che verrà inaugurato nel 2015.

finlandia_2014_guerra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.