L’Ucraina celebra la liberazione di Kharkov

Kharkov (o Char’kov, o Charkiv, o Kharkiv) è una città ucraina, la seconda più popolosa del paese con il suo milione e mezzo di abitanti. Tra il 1941 e il 1943 la città fu teatro di quattro violentissime battaglie tra l’esercito sovietico e quello nazista che l’aveva occupata; durante l’occupazione tedesca a Kharkov, in un burrone chiamato Drobitsky Yar, vennero uccisi 16.000 ebrei.
La prima battaglia si svolse dal 20 al 24 ottobre 1941, quando i tedeschi conquistarono la città costringendo i sovietici alla ritirata. Sette mesi più tardi, dal 12 al 28 maggio 1942, l’Armata rossa sferrò un potente attacco con lo scopo di riprendere la città, ma il contrattacco tedesco riuscì ad accerchiare i sovietici che vennero sbaragliati, anche a causa di gravi errori da parte dei dirigenti politico-militari sovietici. Questa seconda battaglia costò la vita a 20.000 tedeschi e a 277.000 sovietici, i quali persero anche 652 carri armati.
La terza battaglia di Kharkov ebbe luogo tra il 19 febbraio e il 23 marzo 1943, quando i sovietici riconquistarono la città con l’Operazione Stella, ma la persero nuovamente a causa della controffensiva tedesca. La vittoria nazista segnò una momentanea battuta d’arresto nell’avanzata sovietica seguita alla vittoria di Stalingrado. In questa occasione i sovietici contarono oltre 100.000 tra morti, feriti, prigionieri e dispersi e quasi 800 carri armati persi; le perdite tedesche sono sconosciute.
L’ultima battaglia fu combattuta da 3 al 23 agosto 1943 quando, dopo attacchi e contrattacchi violentissimi, i sovietici riconquistarono definitivamente Kharkov al prezzo di 255.000 morti e 1860 carri armati distrutti. Invece i tedeschi uccisi ammontarono a 100.000 uomini e 500 carri armati. In effetti durante questa battaglia si svolsero alcuni degli scontri più duri tra carri armati di tutta la seconda guerra mondiale. La vittoria sovietica fu il preludio alla successiva offensiva verso il fiume Dniepr e l’Ucraina centro-orientale.

Nel 2013 l’Ucraina ha emesso due monete per commemorare il 70° anniversario della vittoria sovietica a Kharkov, entrambe con lo stesso disegno:

  • la moneta da 5 hryvnia è in alpacca (lega nichel-zinco-rame), pesa 16,54 grammi ed ha un diametro di 35 millimetri. La tiratura è di 20.000 pezzi;
  • la moneta da 10 hryvnia è in argento 925, pesa 31,1 grammi (un’oncia) ed ha un diametro di 38,6 millimetri; la tiratura è di 3.000 esemplari.

Cliccate sull’immagine per ingrandirla

ucraina_2013_kharkov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.