Un bagattino misterioso

Questo bagattino veneziano presenta una sigla finora sconosciuta; infatti la sigla in esergo al dritto è ZZ.B. Questa sigla sconosciuta apre la strada a quattro ipotesi; infatti essa può indicare che la moneta (in ordine di probabilità):
1 – è un falso d’epoca;
2 – fa parte del gruppo di alcuni bagattini falsi che vennero ribattuti dalla zecca di Venezia nel 1604 (doge Marino Grimani);
3 – presenta un errore di conio;
4 – presenta una sigla finora sconosciuta.

Quel che è certo è che questa tipologia fu emessa tra il 1519 e il 1631.

Metallo: rame
Diametro: 17 millimetri
Peso: 0,92 grammi

Dritto: RCLA – ZZ.B.
Madonna con bambino

Rovescio: anepigrafe
Leone alato (che rappresenta San Marco) racchiuso in quadrato

Cliccate sull’immagine per ingrandirla

Una risposta a “Un bagattino misterioso”

  1. Con tutto il rispetto ma se dall’immagine si possa intuire quale possa essere il conio di detta moneta, io a chi ci riesce gli paghere una cena.Dalla descrizione che se ne fa è un altra cosa e la moneta che è un bagattino veneziano è intuibile che sia tale(probabilmente vera e non falso d’epoca) poichè anch’io la posseggo. Il fatto che la possegga anch’io non toglie però il sospetto che possa essere un falso d’epoca questo è vero ma secondo me vuol dire che tali monete erano diffuse e non poco.Comunque sia propendo personalmente al fatto che possa essere una moneta un po’ più rara di quelle conosciute ma non sconosciuta al mondo degli specialisti in monete di venezia.Chi me l’ha ceduta l’aveva classificata come ” bagattino anonimo”’. saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.