La serie Cinquantenario (1911)

Questa bellissima serie di monete del 1911 ci riporta indietro di 95 anni e, precisamente, al cinquantesimo anniversario della nascita del Regno d’Italia.
Per questa occasione furono organizzate grandi feste in tutta Italia. Credo che valga la pena analizzare meglio questa ricorrenza e come essa fu vissuta dalle varie componenti dell’Italia liberale.
Infatti la festa, promossa con grande impiego di mezzi dalla classe dirigente liberale, divenne inevitabilmente terreno di confronto fra le varie “Italie” politico-culturali, soprattutto per quanto riguarda la rilettura della storia nazionale, che era in corso proprio in quel periodo.

Mentre i repubblicani furono posti di fronte al loro eterno dilemma tra appartenenza al partito e adesione ai valori della monarchia, per i socialisti la festa ripropose il tema della difficile coniugazione tra internazionalismo ed adesione alla comunità nazionale; ciò fu acuito dal fatto che proprio in quell’anno il Regno stava allrgando i suoi domini coloniali, con la guerra di Libia. Allora, il Partito Socialista scelse di vedere la festa come nazionale (anzi “internazionale perchè l’Unità d’Italia ha fatto cadere lo Stato Pontificio che era teocratico”) e non monarchica. Con questo espediente, i socialisti dissimularono la loro contraddizione; inoltre, lo spirito nazionale dei socialisti (con cui il PSI giustificò la sua partecipazione ai festeggiamenti) era alquanto basso.
Quindi il PSI decise di partecipare ai festeggiamenti, come fecero anche i repubblicani. Ma nei giorni dei festeggiamenti i dilemmi e le contraddizioni socialiste emersero chiaramente: il PSI organizzò cerimonie altrnative a quelle ufficiali, contestando “il cinquantenario della schiavitù economica e politica delle classi diseredate e sfruttate”.

Dal canto suo, l’emergente movimento nazionalista (che proprio nel 1911 avrà la sua consacrazione con la guerra di Libia) sfruttò la ricorrenza del cinquantenario per iniziare il processo di sacralizzazione dello spirito di nazione, che sfocerà nella “religione laica” del fascismo.

In conclusione, si può affermare che le celebrazioni del cinquantenario sono il simbolo dell’Italia di quel tempo: fu il preludio di quel patriottismo che sarebbe definitivamente venuto alla luce nelle trincee della prima guerra mondiale, ma anche delle tensioni sociali che attraversavano l’Italia liberale.

Ecco le monete facenti parte dellla serie “Cinquantenario” (cliccate sui collegamenti per vedere foto e caratteristiche di ogni moneta):

10 centesimi
2 lire
5 lire
50 lire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.