Il krugerrand d’oro del Sudafrica

Per conoscere il valore del krugerrand clicca qui

Il krugerrand è una moneta sudafricana in oro 917 che pesa 33,93 grammi: ne consegue che contiene un’oncia (31,10 grammi di oro fino). I restanti 83 millesimi sono costituiti da rame puro, che dà al Krugerrand il suo aspetto arancio a differenza di altre monete d’oro che vengono coniate in lega d’argento. L’utilizzo di una lega è volto a rendere le monete d’oro più resistenti e durature e a proteggerle meglio dai graffi. Il diametro è di 32,6 millimetri, lo spessore varia tra i 2,74 e i 2,84 millimetri, mentre il contorno è rigato.
Al dritto vi è il ritratto di Paul Kruger, che alla fine dell’800 fu presidente della Repubblica del Transvaal (la regione in cui venne scoperto il primo giacimento d’oro sudafricano nel 1886), mentre al rovescio è raffigurata una gazzella (springbok), uno dei simboli nazionali del Sudafrica. Proprio il ritratto di Kruger dà il nome a questa moneta, il “rand di Kruger”.

Foto tratta da Wikipedia – cliccateci per ingrandirla

Il krugerrand fu coniato per la prima volta nel 1967 con l’obiettivo principale di sostenere il mercato dell’oro sudafricano; questa moneta è stata la prima moneta a contenere un’oncia di oro fino, nonché la prima moneta bullion, ovvero trattata al valore di mercato del suo effettivo contenuto in oro. Il krugerrand costituì uno strumento per il possesso legale dell’oro da parte di privati; in particolare, il fatto che il krugerrand fosse un mezzo di pagamento legale permetteva ai cittadini statunitensi di possederlo legalmente, poiché in quel periodo la legge americana vietava il possesso di oro in lingotti o in monete statunitensi ma permetteva quello di monete d’oro straniere. Tuttavia, a seguito delle sanzioni contro il Sudafrica durante l’apartheid, negli anni settanta e ottanta diversi Stati occidentali vietarono l’importazione di krugerrand d’oro fino al 1990-1994.
Il grande successo del krugerrand ha spinto anche altri stati a coniare delle monete in oro da investimento. Tra queste la Gold Maple Leaf canadese (1979), la Nugget australiana (1981) e la Gold Eagle statunitense (1986).

I krugerrand coniati in qualità FDC sono monete di borsa poiché il loro valore segue quello dell’oro. Invece quelli prodotti in versione fondo specchio (proof) sono più rari e il loro valore è determinato dal mercato numismatico. Particolarmente quotate sono quelle monete su cui compaiono il segni di zecca GRC (Gold Reef City, coniate dal 1987 al 1991), SS (Sabi Sabi, 1997) e CW (Coin World, 2001).
Il collezionista tenga anche presente che alcuni siti internet offrono in vendita dei “krugerrands d’argento”, ma queste monete non sono ufficiali e non hanno corso legale, né sono prodotte dalla South Africa Mint o dal governo del Sudafrica. Il primo e finora unico krugerrand d’argento ufficiale è stato prodotto nel 2017 in 515.000 esemplari.

A partire dal 1980 sono stati coniati anche dei sottomultipli del krugerrand, ovvero pezzi da 1/2, 1/4 e 1/10 di krugerrand. Nella seguente tabella vi è il riepilogo delle caratteristiche metriche e ponderali del krugerrand e dei suoi sottomultipli.

1 krug.

1/2 krug.

1/4 di krug.

1/10 di di krug.

Peso lordo

33,93

16,96

8,48

3,39

Oro fino

31,10

15,55

7,77

3,11

Diametro (mm)

32,61-32,67

26,93-27,07

21,94-22,06

16,45-16,55

Spessore (mm)

2,74-2,84

2,12-2,21

1,79-1,89

1,25-1,35

.

Nella tabella che segue sono riportate le tirature della versione FDC, quella bullion, cioè destinata al mercato degli investitori. In totale la zecca sudafricana dal 1967 ha coniato quasi 50 milioni di once d’oro: più di 1.500 tonnellate d’oro puro.

Immagine tratta da Argento Fisico – cliccateci per ingrandirla

Potrebbe interessarti anche...