Arriva la firma di Mario Draghi sulle banconote

72 commenti

Mario Draghi è presidente della BCE dal 1° novembre 2011, ma solo ora la sua firma (vedi foto a sinistra) inizierà ad essere stampata sulle banconote euro.
Infatti i biglietti con la firma del neo-governatore sono stati emessi per la prima volta il 18 marzo 2012.

72 commenti (+add yours?)

  1. Vincenzo
    lug 04, 2012 @ 01:42:35

    Salve, sono in possesso di una Banconota da 10euro firmata Mario Draghi datata 2002 stato SPL/SUP … vorrei avere conferme sul valore di questa banconota in ambito numismatico. Solo per riuscire a farmi un idea del valore effettivo. Siete il terzo sito a cui mi rivolgo e mi piacerebbe capire se la pensate tutti allo stesso modo. Attendo notizie Grazie

  2. Numismatica e storia
    lug 04, 2012 @ 08:26:08

    A nostro avviso le banconote firmate da Draghi non hanno particolare valore numismatico; basti vedere le inserzioni scadute su eBay: sono andate quasi tutte invendute. Se poi il biglietto è non solo in buona conservazione, ma anche stampato da un paese per un altro, allora le cose cambiano; ma questo vale anche per le emissioni precedenti a quelle di Draghi.

  3. serena
    lug 04, 2012 @ 17:13:21

    in merito alla risposta data a vincenzo sul valore numismatico della banconota da 10euro firmata da m.draghi, come si riesce a riconoscere da e per quale paese e’ stata prodotta quella banconota?
    grazie

  4. Numismatica e storia
    lug 04, 2012 @ 17:19:39

    Su ogni banconota vi sono due codici, uno lungo sul retro ed uno corto sul dritto. La lettera iniziale di quello lungo identifica il paese, mentre l’iniziale del corto identifica lo stampatore. Per i dettagli si veda qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Banconote_euro#Codici_di_identificazione
    Ad esempio una banconota italiana “normale”, ovvero stampata dalla zecca italiana, ha il codice lungo che inizia per S e quello corto per J. Se invece la banconota italiana viene stampata, ad esempio, dall’Austria, le lettere saranno S ed F.

  5. carlo urban
    lug 31, 2012 @ 10:16:29

    Perchè le banconote di Trichet e Draghi recano ancora la data 2002, anzichè 2007?

  6. Numismatica e storia
    lug 31, 2012 @ 21:37:59

    A dire il vero non lo so.
    Quello che posso dirle è che per datare un biglietto bisogna sapere la data a cui corrisponde il codice corto; ne usano uno nuovo ogni mese (a volte anche di più).

  7. Carlo
    ago 03, 2012 @ 11:05:04

    Sono state già stampate le banconote da 5 euro di Draghi?

  8. Numismatica e storia
    ago 03, 2012 @ 15:05:35

    Non mi risulta, ma non posso escluderlo.

  9. Carlo
    ago 07, 2012 @ 10:08:28

    Gentile Staff, ringraziandovi delle precedenti risposte, vi chiedo: quali sono i parametri che determinano il valore collezionistico di una banconota Euro?

    (ovviamente oltre alla qualità fds ed escludendo rarità tipografiche)

    Forse la firma, un basso numero del cliché utilizzato (posizione del biglietto in righe e colonne), stampa in paesi particolari…

    Complimenti e cordiali saluti

  10. Numismatica e storia
    ago 07, 2012 @ 10:53:57

    Sono da considerarsi rare, o comunque non comuni, le banconote che:
    - presentano più di 5 cifre uguali nel codice lungo
    - presentano un codice lungo di tipo radar (es, 0123443210)
    - presentano i due codici (corto e lungo) appartenenti a paesi diversi. In particolare queste:
    500€ F/P
    500€ R/Y
    500€ F/T (la piu rara in assoluto)
    200€ R/Y
    100€ K001/T
    100€ J011
    50€ G013/Y
    50€ G/Y
    50€ F004 o F002/S
    20€ J026/S
    20€ G010/L
    20€ G010/E
    20€ H003/T
    20€ H004/T
    20€ N002/T
    20€ J004/S0054-S0107 (tutte le serie comprese fra queste due)
    20€ G008/H
    20€ J009
    20€ J017
    20€ L020/U
    20€ J026
    10€ J004
    10€ U001/M
    10€ F/Y
    10€ G002
    10€ G005/V
    5€ J004
    5€ R/P
    5€ F/P

    E poi si consideri che sono ormai molto rare da trovare in circolazione le banconote con la firma di Duisenberg, presidente BCE fino al 2003 (le banoncote hanno una vita media di 18 mesi). Per stabilirne la rarità si dovrebbe sapere quante ne hanno conservate i collezionisti.

  11. Carlo
    ago 25, 2012 @ 10:36:00

    Gentili Autori
    le banconote euro rischiano di andare fuori corso come avveniva periodicamente per la lira? Coloro che collezionano gli euro Duisenberg, se fra qualche anno decidessero di rimetterli in circolazione, incontrerebbero difficoltà?
    Grazie e complimenti per l’ottimo lavoro!

  12. Numismatica e storia
    ago 25, 2012 @ 11:41:05

    Credo che non sia una questione di firma ma di tipologia: se decidessero di metterle fuori corso, verrebbero emesse nuove banconote con disegno differente.
    Non so se questo avverrà o meno ma, se volessero, potrebbero farlo senza troppe difficoltà; d’altronde le valute sono state sganciate dall’oro proprio per permettere a chi le gestisce di farne l’uso (e l’abuso) che meglio crede.
    Grazie per i complimenti !

  13. serenella
    ago 29, 2012 @ 13:30:09

    salve a tutti sia allo staff sia a coloro che discute in questa discusssione
    la mia banconota possiede nel codice lungo 3 ripetuto 3 volte 0 3 volte 7 2 volte 6 2 volte può valere qualcosa in più??
    grazie e cordiali saluti

  14. Numismatica e storia
    ago 29, 2012 @ 17:16:55

    Purtroppo credo di no, ma può sempre provare a metterla in vendita su eBay o su Delcampe.

  15. poseidon
    set 04, 2012 @ 19:38:21

    Quella lista redatta sopra sembra la lista della mia collezione,aimè studio i codici degli euro dalla loro nascita,infatti credo che il mio cervello ne porti le conseguenze,ma a parte le battute,faccio una riflessione.
    20 euro J009/S è talmente rara che non è stata emessa.
    20 euro J017/S fù interamente distribuita a Malta all’entrata dell’euro
    20 euro J026/S data per non emessa circa 20 mesi fà ha dato segni di vita,in effetti è rarissima.
    sulla 20 euro J004/S direi che sono tutte rare partendo già da S049

    Non uso nessun tipo di catalogo dato che ho fatto io un catalogo ad uso personale ove ho posto ogni codice corto per i soliti quattro passaggi di seriali,sono a vostra disposizione per qualsiasi curiosità o dubbio sulle banconote di euro.

  16. Numismatica e storia
    set 04, 2012 @ 19:42:20

    Grazie per l’intervento e complimenti per la preparazione !

  17. poseidon
    set 04, 2012 @ 19:46:29

    Grazie.Ma che vuoi fare è il mio pane,da notare che al momento i numismatici di mestiere non parlano delle banconote di euro,ma tra qualche anno vedrai la speculazione dato che molte serie oramai sono introvabili,se vuoi possiamo parlare della distribuzione delle banconote da cui si de nota i favori che si fanno a vicenda le banche centrali,molto spesso misteriosi.

  18. Carlo
    set 08, 2012 @ 10:56:19

    Gentili Autori,
    Cerco informazioni storiche ed immagini sul Franco, circolante nella Lombardia del 1800 (prima dell’avvento della Lira).
    Grazie e cordiali saluti

  19. Numismatica e storia
    set 08, 2012 @ 11:06:23

    Questo è un catalogo online di monete del Lombardo Veneto (1815-1862): http://numismatica-italiana.lamoneta.it/cat/W-31
    Spero le sia utile.

  20. debo
    set 25, 2012 @ 16:40:56

    salve, io ho un pò di confusione. vorrei sapere se le banconote firmate Duisenberg siano da considerarsi tutte rare, a prescindere dai vari codici, o se invece dipende dai codici. e nel caso, quanto può valere ad oggi, in più rispetto al suo valore reale, una banconota con firma Duisenberg (circolata), che non abbia codici particolari. (es. 50€ J004/S)
    grazie.

  21. Numismatica e storia
    set 25, 2012 @ 18:52:08

    La rarità è data dai codici.
    Solo il tempo potrà dirci se la semplice firma di Duisemberg diventerà un elemeto di rarità a sé stante.

  22. debo
    set 25, 2012 @ 20:30:18

    quindi se conservarle o spenderle, dipende solo da me…
    magari ora le spendo, e poi fra 10 anni magari mi mangerò le mani per averlo fatto. giusto?
    grazie.

  23. Numismatica e storia
    set 25, 2012 @ 21:36:22

    Purtroppo nessuno ha la sfera di cristallo.
    C’è anche da considerare che anche se diventassero rare non è scontato che poi vengano ricercate dai collezionisti.

  24. Carlo
    ott 09, 2012 @ 15:14:08

    Stimato Autore,
    Mi chiedevo se la crisi di questi tempi, abbia intaccato anche il settore collezionistico di moneta e cartamoneta. Secondo la Sua esperienza ed il suo operato, com’è la situazione?
    Cordiali Saluti
    Carlo

  25. Numismatica e storia
    ott 09, 2012 @ 16:13:47

    Personalmente non ho esperienza di compravendita (come ho scritto in un’altra sezione del sito non colleziono, quindi non acquisto né tantomeno vendo). Però quello che mi riferiscono alcuni commercianti è che il mercato si sta “polarizzando” già da qualche anno. Mi spiego meglio: i collezionisti ormai si dividono quasi esclusivamente tra coloro che comprano monete da pochi euro (2 euro commemorativi e simili) e coloro che comprano monete molto costose (anche fino a 30.000 o 50.000 euro). Al contrario, per le monete di “fascia media” (dal prezzo di 100-500 euro) la domanda si è molto ridotta.
    Ripeto, non è esperienza diretta quindi non la prenda per la verità assoluta.
    PS: grazie per i suoi contributi al sito.

  26. Gionny
    nov 25, 2012 @ 10:39:33

    Salve sto notando che le Mario draghi da 20 euro sigla J029..G vengono considerate tra le prime emesse con questa firma, a voi risulta?
    Faccio bene a conservarle ne ho piu di una. O debbo tranquillamente spenderle?

    Saluti

  27. Numismatica e storia
    nov 25, 2012 @ 11:43:57

    Solo il tempo potrà dircelo, ma io le spenderei.

  28. Francesco
    dic 11, 2012 @ 19:51:22

    Ciao a tutti, oggi sono venuto in possesso di una banconota da 20€ con firma di Draghi, ho letto il codice corto J029H5 e lungo S31218146386. Ho trovato una rarità o una comunissima banconota?
    Grazie!

  29. Numismatica e storia
    dic 11, 2012 @ 21:46:04

    A mio avviso è un biglietto comune.

  30. ALBA
    dic 11, 2012 @ 21:58:45

    premetto che non so nulla di banconote rare e di numismatica…
    ma ho letto i vari post, in uno si dice che se ci sono 5 cifre uguali nel codice lungo allora è da considerarsi rara…
    beh io ho una banconota da 20 euro codice lungo s35588883283, posso spenderla o è rara perchè è ripetuto 5 volte il numero 8!!!?

  31. Numismatica e storia
    dic 11, 2012 @ 23:21:12

    Un codice interessante; prima di spendere la banconota, può provare a venderla su eBay.

  32. daniele
    dic 21, 2012 @ 00:34:24

    salve, ho una banconota da 50 € G/X con l’8 ripetuto 5 volte in quello lungo, varrà la pena tenerla? grazie

  33. Numismatica e storia
    dic 21, 2012 @ 10:03:35

    Se è perfetta, cioè FDS, io la terrei.

  34. mara
    gen 30, 2013 @ 17:50:47

    salve io ho un banconota da 10 euro con il codice lungo s07550055574, quello corto j00714 può valere qualcosa???

  35. Numismatica e storia
    gen 30, 2013 @ 18:05:38

    E’ un codice interessante perché il 5 è ripetuto cinque volte. Sicuramente è meno comune delle altre banconote, ma si deve anche vedere in che conservazione è la banconota.

  36. mara
    gen 30, 2013 @ 18:11:38

    ho trovato anche 20 euro con il codice lungo x22292012927, il 2 è ripetuto 6 volte
    il codice corto r004f6

  37. mara
    gen 30, 2013 @ 18:16:00

    ENTRAMBE LE BANCONOTE SN STATE IN CIRCOLAZIONE, MA NN SN MESSE MALISSIMO.

  38. Numismatica e storia
    gen 30, 2013 @ 18:24:55

    Il modo più affidabile per verificare il loro valore è quello di metterle in vendita su un sito di aste (eBay o Delcampe).
    In ogni caso, chi colleziona banconote è molto esigente sula conservazione.

  39. Elena
    mag 08, 2013 @ 13:07:33

    Buon giorno. Possiedo dal 2008 una banconota da 20 euro con l’ologramma al contrario. Per capirci è “a testa in giù”.
    Ha valore nonostante la conservazione non sia ottimale?

  40. Numismatica e storia
    mag 08, 2013 @ 14:48:56

    Penso che la particolarità compensi la non perfetta conservazione.
    In ogni caso le consiglio di leggere questa discussione.

  41. Elena
    mag 08, 2013 @ 15:09:44

    Nel mio caso non credo che qualcuno si prenda il disturbo di staccare a riplicare la striscia per poi versarla in banca. Tanto più che la cliente del caso è conosciuta.
    C’è una quotazione ufficiale in caso risulti non contraffatta?

  42. Numismatica e storia
    mag 08, 2013 @ 15:22:14

    Una quotazione ufficiale non c’è. Può cercare fra le aste eBay scadute (se ce ne sono state) oppure metterla direttamente in vendita.

  43. Patrizia
    mag 09, 2013 @ 14:30:27

    Ciao, mi chiamo Patrizia. Ho letto sopra che le banconote normali hanno valore se hanno un codice stampato da un paese per un altro cioè praticamente i codici devono essere diversi.

    Se il codice lungo inizia per X e quello corto ad esempio per E o per P, vale qualcosa? o sono solo 10 euro semplici?

  44. Numismatica e storia
    mag 09, 2013 @ 15:58:17

    Possono valere qualche euro in più, ma solo se in perfette condizioni (non deve esserci nemmeno la minima piega).

  45. Carlo
    mag 10, 2013 @ 14:59:58

    Gentile autore
    Finalmente sono entrato in possesso della nuova banconota da 5 Euro. Personalmente l’ho trovata più bella. Mi piace la nuova tonalità che dà sul verde, la filigrana col volto (come nelle Lire), l’aggiornamento nella terminologia straniera e la datazione. Vedo anche un nuovo codice che non conosco, sul retro verso il centro. E pensare che neanche un mese fa, come resto, mi era capitato un 5 euro irlandese, appena stampato: li hanno prodotti proprio fino all’ultimo. Per cui si sa già quando i Duisenberg ed i Trichet andranno fuori corso?
    Complimenti per il suo lavoro, cordiali saluti

  46. Numismatica e storia
    mag 10, 2013 @ 15:14:17

    Grazie per il suo commento.
    Non è ancora stato deciso quando verranno demonetizzate le vecchie banconote. A quanto è dato sapere, saranno progressivamente ritirate dalla circolazione e poi dichiarate fuori corso.

  47. Antonello
    mag 22, 2013 @ 13:50:10

    Ho trovato una banconota da 20 euro con la firma Draghi e l’anno 2002.
    Ovviamente è impossibile.. a parte il valore che non mi interessa, è un errore di stampa, c’è una spiegazione o mi son preso un falso (ma non sembra proprio!) ?

  48. Numismatica e storia
    mag 22, 2013 @ 14:43:33

    Le banconote sono tutte datate 2002, quindi stia tranquillo: nessun falso.
    Anche quando nel 2004 alla guida della BCE subentrò Trichet la data non cambiò.
    L’unica banconota che presenta la data 2013 è il nuovo biglietto da 5 euro.

  49. Francesco
    giu 21, 2013 @ 15:58:21

    Vorrei sapere se sono stati stampati con la firma di Draghi anche i biglietti da cinque euro modello vecchio
    grazie Francesco

  50. Numismatica e storia
    giu 21, 2013 @ 17:37:03

    Non mi risulta; anche perché poco dopo è stata emessa la nuova banconota da 5 euro.

  51. Francesco
    giu 21, 2013 @ 18:28:25

    Grazie gentilissimo

  52. Davide
    lug 17, 2013 @ 00:46:50

    Ciao a tutti ho una banconota da 10 euro a mio parere strana : datata 2002 firma Mario draghi codice corto E00816 codice lungo X80533481231 quindi paesi diversi firma Mario draghi del 2002 che ne pensate può valere qualcosa ? Grazie

  53. Numismatica e storia
    lug 17, 2013 @ 07:21:28

    Se in perfette condizioni può valere qualche euro in più.

  54. debo
    ago 12, 2013 @ 22:14:49

    banconota 20€ Duisenberg J004 – S059 : ha qualche valore?
    ormai c’ ho preso l’ abitudine,
    in fondo è come un “gratta e vinci”, però gratis.
    tantovale tentare la fortuna! :-)

  55. Numismatica e storia
    ago 12, 2013 @ 23:38:37

    Non credo, ma mi piacerebbe senitre qualche altro parere dai miei lettori.

  56. debo
    ago 13, 2013 @ 00:40:54

    grazie! beh, speravo diversamente, ma prima o poi una rara la troverò èh!
    però, non esiste in rete una tabella completa delle eurobanconote
    con le varie tirature divise per anni?
    perchè purtroppo l’ho trovata solo delle monete.

    O_O oh mio dio, Greta Garbo????!!!!
    corro a leggere…

  57. DRAGOPULSAR
    ago 13, 2013 @ 01:24:25

    CIAO A TUTTI VORREI SAPERE SE LA VECCHIA BANCONOTA DA 5 EURO
    ESISTE CON LA FIRMA DI MARIO DRAGHI

    GRAZIE

    PS SPERO CHE CI SIA QUALCUNO CHE MI RISPONDA.

  58. Numismatica e storia
    ago 13, 2013 @ 10:02:57

    No, non esiste.

  59. Numismatica e storia
    ago 13, 2013 @ 10:06:23

    Purtroppo non mi risulta.

  60. Carlo
    set 16, 2013 @ 14:56:53

    Gentile autore, nel complimentarmi per il suo ottimo lavoro, vorrei chiederle come mai, mi capita spesso di avere fra le mani euro (monete e banconote), stampate in Germania. Sono nuove di “zecca” e non capisco come mai siano diffuse tanto come quelle stampate in Italia. La ringrazio e cordiali saluti!

  61. Numismatica e storia
    set 16, 2013 @ 17:38:31

    Inizialmente tutti i paesi (eccetto il Lussemburgo) dovevano stampare banconote di tutti e sette i tagli, in quantità variabili a seconda del fabbisogno interno dello Stato. Poi per ridurre i costi si è deciso di far stampare ogni nominale solo a determinate zecche. Ad esempio circolano molte banconote da 10 euro con le lettere T, X, Y, N.
    Per le monete non saprei.

    Cordiali saluti anche a lei!

  62. lio
    set 23, 2013 @ 23:09:50

    salve a tutti!
    sono in possesso di una collezione in lire che parte da 50 e finisce a 500000, tutta in doppi pezzi e più, dell’ultima lira prima del cambio con l’euro, l’unico ad essere un unico pezzo nella mia collezione è la moneta da 500000.
    all’incirca, quanto potrebbe valere ?
    grazie!

  63. fabio
    nov 27, 2013 @ 20:53:39

    salve ho 6 banconote da 5 euro che a mia ingnoranza varrebbero qualcosa sono del 2002 tutte con la firma da trichet iniziali dei codici u30659893016 u33732812372 p13212190531 t16728368298 p13355334487 L11035326839 grazie anticipatamente della risposta

  64. Numismatica e storia
    nov 27, 2013 @ 21:35:59

    Se in perfette condizioni possono valere qualche euro in più; per scoprirlo può metterle in vendita su un sito di aste.

  65. Lorena
    dic 01, 2013 @ 16:38:15

    Buongiorno a tutti,
    Quasi per gioco ci siamo avvicinati alla numismatica, e ora ci viene automatico controllare ogni moneta e banconota alla ricerca di rarità. Ma come si fa ad essere sicuri di una plusvalenza di una banconota?
    Ad esempio, abbiamo un 50 euro del 2002 firmato Draghi con serie corta J079F1 e serie lunga S54173701852. Vale qualcosa?
    Grazie in anticipo a chi risponderà e buona domenica a tutti!

  66. Numismatica e storia
    dic 01, 2013 @ 19:04:11

    Credo che in questo caso non ci sia plusvalenza.
    Comunque tenga conto che chi colleziona eurobanconote è solitamente molto esigente e vuole una conservazione perfetta: una seppur minima pieghetta fa decadere completamente l’interesse per la banconota. Quindi perché ci sia plusvalenza servono contemporaneamente dei codici particolari o rari ed una perfetta conservazione.

  67. Lorena
    dic 03, 2013 @ 20:52:27

    E sempre firma Draghi del 2oo2, serie lunga X e corta G, e altri serie lunga V serie corta M?

  68. Numismatica e storia
    dic 03, 2013 @ 22:31:40

    La prima è interessante perché stampata dai Paesi Bassi per la Germania, mentre la seconda è una comune banconota spagnola.
    La prima ha plusvalore se è in perfetta conservazione.

  69. Lorena
    dic 04, 2013 @ 23:17:56

    Codice lungo X86397502043 codice corto G044D3, e un’altra con codice lungo X84042627014 e codice corto G041A2. La prima è nuova, la seconda è stata in circolazione ma secondo me è in buona conservazione. Come posso sapere quanto possono valere? Grazie mille per la collaborazione!!

  70. Numismatica e storia
    dic 04, 2013 @ 23:41:46

    Questo è un tipo di collezionismo particolare (molti commercianti di numismatica nemmeno lo prendono in considerazione) e credo che l’unico modo di conoscere il valore delle banconote sia quello di metterle in vendita sui siti di aste.
    Personalmente non saprei indicare una cifra.

  71. stefano
    dic 06, 2013 @ 12:15:50

    Salve, sono in possesso di una banconota da 10 euro in buone condizioni con codice lungo X783… e codice corto E006C3, può avere un senso conservarla? Grazie

  72. Numismatica e storia
    dic 06, 2013 @ 12:50:29

    Sì, ha senso conservarla perché è stata stampata dalla Francia per la Germania. Può essere interessante.

Commenta o chiedi chiarimenti

*

Powered by WordPress | Theme by N.Design

Powered by AlterVista