Arriva la firma di Mario Draghi sulle banconote

72 commenti

Mario Draghi è presidente della BCE dal 1° novembre 2011, ma solo ora la sua firma (vedi foto a sinistra) inizierà ad essere stampata sulle banconote euro.
Infatti i biglietti con la firma del neo-governatore sono stati emessi per la prima volta il 18 marzo 2012.

Stampa

72 commenti (Aggiungi il tuo)

  1. stefano
    dic 06, 2013 @ 12:15:50

    Salve, sono in possesso di una banconota da 10 euro in buone condizioni con codice lungo X783… e codice corto E006C3, può avere un senso conservarla? Grazie

    Rispondi

    • Numismatica e storia
      dic 06, 2013 @ 12:50:29

      Sì, ha senso conservarla perché è stata stampata dalla Francia per la Germania. Può essere interessante.

      Rispondi

  2. Lorena
    dic 04, 2013 @ 23:17:56

    Codice lungo X86397502043 codice corto G044D3, e un’altra con codice lungo X84042627014 e codice corto G041A2. La prima è nuova, la seconda è stata in circolazione ma secondo me è in buona conservazione. Come posso sapere quanto possono valere? Grazie mille per la collaborazione!!

    Rispondi

    • Numismatica e storia
      dic 04, 2013 @ 23:41:46

      Questo è un tipo di collezionismo particolare (molti commercianti di numismatica nemmeno lo prendono in considerazione) e credo che l’unico modo di conoscere il valore delle banconote sia quello di metterle in vendita sui siti di aste.
      Personalmente non saprei indicare una cifra.

      Rispondi

  3. Lorena
    dic 03, 2013 @ 20:52:27

    E sempre firma Draghi del 2oo2, serie lunga X e corta G, e altri serie lunga V serie corta M?

    Rispondi

    • Numismatica e storia
      dic 03, 2013 @ 22:31:40

      La prima è interessante perché stampata dai Paesi Bassi per la Germania, mentre la seconda è una comune banconota spagnola.
      La prima ha plusvalore se è in perfetta conservazione.

      Rispondi

  4. Lorena
    dic 01, 2013 @ 16:38:15

    Buongiorno a tutti,
    Quasi per gioco ci siamo avvicinati alla numismatica, e ora ci viene automatico controllare ogni moneta e banconota alla ricerca di rarità. Ma come si fa ad essere sicuri di una plusvalenza di una banconota?
    Ad esempio, abbiamo un 50 euro del 2002 firmato Draghi con serie corta J079F1 e serie lunga S54173701852. Vale qualcosa?
    Grazie in anticipo a chi risponderà e buona domenica a tutti!

    Rispondi

    • Numismatica e storia
      dic 01, 2013 @ 19:04:11

      Credo che in questo caso non ci sia plusvalenza.
      Comunque tenga conto che chi colleziona eurobanconote è solitamente molto esigente e vuole una conservazione perfetta: una seppur minima pieghetta fa decadere completamente l’interesse per la banconota. Quindi perché ci sia plusvalenza servono contemporaneamente dei codici particolari o rari ed una perfetta conservazione.

      Rispondi

  5. fabio
    nov 27, 2013 @ 20:53:39

    salve ho 6 banconote da 5 euro che a mia ingnoranza varrebbero qualcosa sono del 2002 tutte con la firma da trichet iniziali dei codici u30659893016 u33732812372 p13212190531 t16728368298 p13355334487 L11035326839 grazie anticipatamente della risposta

    Rispondi

    • Numismatica e storia
      nov 27, 2013 @ 21:35:59

      Se in perfette condizioni possono valere qualche euro in più; per scoprirlo può metterle in vendita su un sito di aste.

      Rispondi

  6. lio
    set 23, 2013 @ 23:09:50

    salve a tutti!
    sono in possesso di una collezione in lire che parte da 50 e finisce a 500000, tutta in doppi pezzi e più, dell’ultima lira prima del cambio con l’euro, l’unico ad essere un unico pezzo nella mia collezione è la moneta da 500000.
    all’incirca, quanto potrebbe valere ?
    grazie!

    Rispondi

  7. Carlo
    set 16, 2013 @ 14:56:53

    Gentile autore, nel complimentarmi per il suo ottimo lavoro, vorrei chiederle come mai, mi capita spesso di avere fra le mani euro (monete e banconote), stampate in Germania. Sono nuove di “zecca” e non capisco come mai siano diffuse tanto come quelle stampate in Italia. La ringrazio e cordiali saluti!

    Rispondi

    • Numismatica e storia
      set 16, 2013 @ 17:38:31

      Inizialmente tutti i paesi (eccetto il Lussemburgo) dovevano stampare banconote di tutti e sette i tagli, in quantità variabili a seconda del fabbisogno interno dello Stato. Poi per ridurre i costi si è deciso di far stampare ogni nominale solo a determinate zecche. Ad esempio circolano molte banconote da 10 euro con le lettere T, X, Y, N.
      Per le monete non saprei.

      Cordiali saluti anche a lei!

      Rispondi

  8. DRAGOPULSAR
    ago 13, 2013 @ 01:24:25

    CIAO A TUTTI VORREI SAPERE SE LA VECCHIA BANCONOTA DA 5 EURO
    ESISTE CON LA FIRMA DI MARIO DRAGHI

    GRAZIE

    PS SPERO CHE CI SIA QUALCUNO CHE MI RISPONDA.

    Rispondi

Commenta o chiedi chiarimenti

*

Powered by WordPress | Theme by N.Design