Vicenza Numismatica 2011, un bilancio

Due giorni particolarmente intensi quelli che hanno celebrato i vent’anni di Vicenza Numismatica, Salone della numismatica, medaglistica e cartamoneta di Fiera di Vicenza. L’eccellenza del mondo numismatico italiano ed internazionale ha calamitato l’attenzione e la curiosità anche di non addetti del settore, in particolare di appassionati d’arte, di giovani e di famiglie. Con la giornata odierna (15 ottobre) si chiude la mostra con le proposte dei più importanti commercianti italiani.
Vetrina esclusiva di questa manifestazione, che per la prima volta si è spostata completamente nel centro storico di Vicenza, grazie anche alla collaborazione del Comune di Vicenza, sono i cinque palazzi storici del cuore della città palladiana, Palazzo Valmarana Braga, Barbaran da Porto, Thiene, Chiericati e Vescovile.

Un “evento nell’evento” che come per osmosi ha portato il mood di Vicenza Numismatica in città con una serie di iniziative collaterali, come la rievocazione storica di Sabbioneta (in programma domenica 16 ottobre) e una mostra didattica promossa dal Circolo Numismatico di Lonigo all’interno dell’Istituto Tecnico Commerciale ‘A. Fusinieri’ di Vicenza dedicata al tema dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

Ma Vicenza Numismatica non si ferma. Le monete, le medaglie, le banconote più rare e più preziose saranno ancora in mostra nei palazzi Valmarana Braga, Thiene, Chiericati e Vescovile fino al 30 ottobre prossimo, con l’eccezione delle esposizioni di Barbaran da Porto aperte fino al 23 ottobre. I 150 anni dell’Unità nazionale sono il filo conduttore delle tante proposte, celebrati sotto diversi punti di vista ma con il supporto di zecche e banconote rare che testimoniano le vicende storiche di una nazione e la sua viva forza creativa.
Tra le rarità protagoniste di questa edizione di Vicenza Numismatica, nei giorni 14 e 15 ottobre nella sede di Palazzo Valmarana Braga, c’è stata anche un’interessante esposizione di medaglioni e contorniati di età imperiale romana scelti tra quelli presenti nella collezione numismatica del Museo archeologico fiorentino, erede diretto del Medagliere Granducale, in una mostra promossa dal Ministero per i beni e le Attività Culturali – Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana.

Anche Paolo Crippa, presidente di NIP (Numismatici Italiani Professionisti), a Vicenza per la seconda edizione del convegno nazionale, ha espresso il suo parere favorevole a tutto ciò che si traduce in un rinnovato interesse per la numismatica sia dal punto di vista culturale che commerciale. La numismatica ha una doppia anima, racconta la storia e l’arte ma muove anche l’economia.

www.vicenzanumismatica.it
www.vicenzafiera.it

Info
Meneghini&Associati Press Office Fiera Vicenza SpA
Italian Press P +39 0444 578817 / M +39 347 1010498
Cinzia Di Rosa
dirosa@meneghinieassociati.it

Press Release
15 ottobre Vicenza Numismatica

Precedente San Marino, tre nuove monete d'oro Successivo Italia, 10 euro per Alcide de Gasperi