Monete bizantine confermano l’autenticità della Sindone?

Alcune tracce di monete bizantine sono state rilevate sulla Sacra Sindone.
Il lavoro di ricercatori statunitensi e dell’Università di Padova, pubblicato sul Journal of Cultural Heritage, ipotizza la possibilità che anche prima dell’anno 1000 varie monete auree bizantine col volto di Cristo siano state strofinate sulla Sindone. Questo gesto sarebbe stato fatto per trasformare le monete in reliquie tramite il contatto con la Sindone.
Lo studio condotto da Giulio Fanti e Claudio Furlan ha individuato dell’elettro, una lega di oro e argento con tracce di rame. Secondo Fanti ciò contraddirebbe il risultato della radiodatazione al Carbonio-14 eseguita nel 1988, che ha datato la Sindone intorno al XIV secolo.

Precedente Svizzera, 50 franchi 2019 per la locomotiva Coccodrillo Successivo Vaticano, 100 euro 2019 per la Lumen Gentium