Russia, 2 rubli 2019 per l’ibis crestato

L’ibis crestato giapponese (Nipponia nippon) è un grande ibis dal piumaggio bianco. La sua testa rossa è parzialmente calva, con un ciuffo di piume bianche sulla nuca.
Lungo fino a 78 centimetri, vive nelle foreste di pini.

La continua perdita dell’habitat, le carestie invernali, le piccole dimensioni delle popolazioni e la persecuzione nell’ultimo secolo hanno portato questa specie minacciata sulle soglie dell’estinzione.
Una volta, l’ibis crestato era diffuso in Giappone, Cina, Corea, Taiwan e Russia. È ora scomparso dalla maggior parte del suo areale originario. L’ultimo ibis crestato giapponese selvatico morì nell’ottobre 2003, mentre la rimanente popolazione mondiale si trova solamente nella provincia cinese dello Shaanxi.
Si ritiene che nel 1981 ne fossero rimasti solo sette esemplari. Grazie alla riuscita campagna di conservazione, attualmente se ne contano qualche migliaio.

Nel 2019 la Russia ha dedicato all’ibis crestato giapponese una moneta da 2 rubli in argento 925. La moneta pesa 17 grammi, quindi contiene mezza oncia di argento puro (15,55 grammi). Il diametro è di 33 millimetri, la tiratura di soli 5.000 esemplari.

Precedente Una biografia di Daniele Manin Successivo Camerun, 2000 franchi 2019 per il dio Ganesha