Italia, 5 euro 2019 Carabinieri tutela patrimonio culturale

Il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale è un reparto speciale dell’Arma dei Carabinieri.
Venne fondato il 3 maggio del 1969 allo scopo di tutelare il patrimonio culturale ed artistico dell’Italia. Infatti il Comando è specializzato nelle indagini e nelle operazioni relative al patrimonio culturale italiano, avvalendosi di specifiche professionalità e di tecnologie d’avanguardia.
Nel gennaio 2015 l’operazione Teseo portò al più grande recupero di reperti ed opere d’arte della storia: furono salvati 5.361 reperti risalenti ad un periodo che va dal 1000 a.C. al III secolo d.C.

Nel 2019 l’Italia dedicherà ai 50 anni del Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale una moneta bimetallica da 5 euro.
La moneta presenta il tondello in cupronickel e l’anello in bronzital. Pesa 9,52 grammi ed ha un diametro di 27,5 millimetri. Disegnata da Luciana de Simoni, la moneta verrà emessa in 5.000 esemplari.

Il dritto raffigura il logo ufficiale del Comando davanti alla sua sede storica di piazza Sant’Ignazio in Roma. Invece al rovescio vi sono alcuni importanti reperti archeologici recuperati dal Comando: la statua di Vibia Sabina, il Trapezo Phoros di Ascoli Satriano con grifoni, il cratere di Euphronios e la Triade Capitolina.

Precedente Usa, due monete per lo sbarco sulla luna Successivo Gran Bretagna, moneta per i corvi della Torre di Londra