Francia, i 10 e 20 franchi Gallo in oro (1899-1914)

La moneta aurea francese più conosciuta è, molto probabilmente, il Galletto. Si tratta di monete da 20 e 10 franchi, la cui produzione iniziò nel 1899 e terminò nel 1914, a causa dell’abbandono della monetazione aurea decisa allo scoppio della prima guerra mondiale. Infatti queste furono le ultime monete auree del “franco germinale”, il sistema monetario creato durante la rivoluzione francese.

Presentano entrambe lo stesso disegno. Al dritto vi è il busto (volto a destra e coronato da un ramo di quercia) della Marianna che indossa un berretto frigio. Il disegno è contornato dalle legende REPUBLIQUE FRANÇAISE e, più in piccolo, J.C.C (firma dell’incisore).
Invece al rovescio è raffigurato il gallo che dà il nome alla tipologia. È contornato dalle legende 10 FCS,  LIBERTE EGALITE FRATERNITE. e dall’anno di emissione.

chaplainQueste monete furono opera dell’incisore Jules-Clément Chaplain (foto a lato). Egli nacque a Mortagne-au-Perche (Bassa Normandia) il 12 luglio 1839.
Egli fu insignito del “Prix de Rome” e risiedette a Villa Medici dal 1864 al 1867. Disegnò anche la composizione che avrebbe ispirato Robert Louis nella creazione degli stemmi ufficiosi della Terza Repubblica. Fu ammesso all’Accademia di Belle Arti nel 1881 e nominato direttore della manifattura di Sèvres nel 1895.
Scultore stimato e ammirato, Chaplain passò alla storia proprio per l’incisione dei 10 e 20 franchi Gallo. Furono le uniche due monete che realizzò nella sua vita.
In compenso Chaplain creò molte medaglie, tra cui quelle d’argento distribuite ai vincitori delle gare della prima Olimpiade (Atene 1896). Chaplain ritrasse sulle medaglie ogni presidente della Francia da Patrice de Mac-Mahon nel 1877, fino a Émile Loubet nel 1899. Inoltre incise la medaglia d’oro per la visita ufficiale dello zar Nicola II nel 1896; la medaglia è stata definita “un capolavoro e una delle più belle mai incise”.
Jules-Clément Chaplain morí a Parigi il 13 luglio 1909.

Ora vediamo i due nominali nei dettagli.

10 franchi (mezzo marengo)

francia_galletto_10

Materiale: oro 900
Peso: 3,22 grammi
Oro fino contenuto: 2,90 grammi
Diametro: 19 millimetri
Contorno: rigato
Assi: alla francese (conio moneta)

In totale furono emesse 23.860.424 monete da 10 franchi. Queste sono le tirature annuali:

  • 1899:    698.503
  • 1900: 1.570.433
  • 1901: 2.100.001
  • 1905: 1.425.633
  • 1906: 3.665.353
  • 1907: 3.363.875
  • 1908: 1.650.337
  • 1909:    598.795
  • 1910: 2.109.687
  • 1911: 1.880.865
  • 1912: 1.755.507
  • 1914: 3.041.435

Per gli anni 1899 e 1900 esiste una variante coniata su un tondello piú spesso.

20 franchi (marengo)

francia_galletto_20

Clicca qui per vedere il valore attuale

Materiale: oro 900
Peso: 6,45 grammi
Oro fino contenuto: 5,80 grammi
Diametro: 21 millimetri
Assi: alla francese (conio moneta)
Contorno: dal 1899 al 1906: legenda in rilievo DIEU PROTEGE LA FRANCE. Dal 1907 al 1914: legenda in rilievo LIBERTE EGALITE FRATERNITE.

In totale furono emesse 117.246.529 monete da 20 franchi. Queste sono le tirature annuali:

  • 1899:  1.500.000
  • 1900:      615.425
  • 1901:   2.643.350
  • 1902:   2.393.707
  • 1903:   4.405.175
  • 1904:   7.705.674
  • 1905:   9.158.132
  • 1906: 14.613.010
  • 1907: 17.715.935
  • 1908:   6.721.325
  • 1909:   9.636.955
  • 1910:   5.779.072
  • 1911:   5.346.044
  • 1912: 10.331.805
  • 1913: 12.163.138
  • 1914:   6.517.782

Per gli anni 1899 e 1900 esiste una variante coniata su un tondello piú spesso.
Per i millesimi che vanno dal 1907 al 1914 esistono dei riconii ufficiali eseguiti negli anni ’50 (i cosiddetti “riconii Pinay”), rifondendo dei vecchi marenghi molto usurati. Questi riconii sono indistinguibili dalle monete originali, in quanto prodotti con gli stessi conii.

Potrebbe interessarti anche...