Slovenia: polemica sul 2 euro 2011

“Boicottiamo chi onora i criminali di guerra, non andiamo in vacanza in Slovenia”. L’appello a depennare Lubiana e dintorni dall’elenco delle mete turistiche in vista dell’estate alle porte è di CasaPound Italia e arriva dopo che la Banca di Slovenia, spiega Cpi, “ha emesso circa un milione di monete da due euro con una stella a cinque punte e l’effige del partigiano titino Franc Rozman-Stane, che fu membro del XI corpus, il reparto dell’esercito comunista jugoslavo che tra il 1943 ed il 1945 eseguì la pulizia etnica anti-italiana sul confine orientale”.

“La Slovenia rende omaggio e onora come “eroe nazionale” un uomo che ha partecipato all’eccidio delle foibe lasciando dietro di sé una lugubre scia di sangue. Da italiani, non possiamo accettare una simile provocazione senza reagire – è l’invito di Cpi – Nel 2010 400mila turisti italiani sono stati in vacanza in Slovenia: quest’anno non regaliamo i nostri soldi a chi oltraggia i nostri morti e la memoria storica del nostro popolo, scegliamo altre mete per le nostre vacanze o saremo complici di chi tradisce la storia e offende la dignità dell’Italia”.

Fonte: http://www.adnkronos.com/

Precedente Ucraina: i 350 anni dell'università di Lviv Successivo L’automobile compie 125 anni

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.