Gran Bretagna, 2 sterline 2016 per il grande incendio di Londra

Tra il 12 e il 15 settembre 1666 il centro di Londra fu devastato da un violento incendio, considerato una delle più grandi calamità nella storia inglese. Il fuoco iniziò a propagarsi dalla casa del fornaio Thomas Farrinor che, prima di andare a dormire, dimenticò di spegnere il forno. L’incendio distrusse 13.200 abitazioni, 44 Company Hall, 89 chiese, sei cappelle, la Royal Exchange, la dogana, la cattedrale di Saint Paul, la Guildhall, il Bridewell Palace e altre prigioni cittadine, la Session House, tre porte della città e quattro ponti sui fiumi Tamigi e Fleet. Il numero di morti è sconosciuto, anche se viene ritenuto abbastanza piccolo.
Da notare che nelle fonti inglesi l’incendio è datato 2-5 settembre, anziché 12-15; questa “anomalia” si spiega perché all’epoca in Inghilterra vigeva ancora il calendario giuliano. Il paese adottò il calendario gregoriano solo il 3 settembre 1752.

Nel 2016 la Gran Bretagna commemorerà il 350° anniversario del grande incendio emettendo una moneta da 2 sterline. Disegnata da Aaron West, la moneta è bimetallica, pesa 12 grammi ed ha un diametro di 28,4 millimetri; la tiratura non è stata comunicata. Il contorno riporta la legenda THE WHOLE CITY IN DREADFUL FLAMES.

Cliccate sull’immagine per ingrandirla

gb_2016_incendio

Precedente Slovenia, serie divisionale FDC 2015 Successivo L’Australia celebra il capodanno 2016