Storia monetaria della rivoluzione francese

Ho il piacere di presentarvi il mio secondo libro: dopo Appunti di numismatica cinese, ho appena pubblicato Storia monetaria della rivoluzione francese. Il libro è disponibile su Amazon e può essere acquistato cliccando qui.
Spero che aprezzerete questo mio lavoro.

Presentazione del volume
Questo libro ripercorre la storia monetaria francese nel decennio rivoluzionario, in cui la moneta cartacea (assegnati, rescriptions e mandati territoriali) fu l’espressione di una politica monetaria disastrosa perché fondata su idee economiche sbagliate.
Il lettore troverà nel libro le caratteristiche dei biglietti e delle monete emesse, ma soprattutto scoprirà ciò che essi testimoniano: le scelte politiche dei governi rivoluzionari e i loro effetti sulla vita dei francesi.
Vengono analizzati con attenzione anche il fenomeno della falsificazione, le emissioni di necessità e quelle ossidionali e l’organizzazione delle zecche. Viene poi gettato uno sguardo sugli effetti della politica monetaria francese sull’Italia: si parla quindi della cartamoneta della Repubblica Romana e dell’introduzione del sistema decimale.
Il libro si chiude con l’elenco delle persone (e delle loro storie) condannate a morte dal regime di Robespierre perché accusate di aver commesso reati legati alla moneta. Tra i condannati vi furono falsari (capri espiatori a cui furono addossate colpe che non avevano), ma anche uomini che avevano semplicemente espresso la loro opinione contraria alla politica monetaria del governo. A tutti loro è dedicato questo libro, perché essi costituiscono il senso più profondo della storia qui narrata.

Indice del volume

Introduzione

Economia e moneta nel secolo XVIII
– Il sistema di Law (1716-1720)
– La moneta metallica dal 1726 al 1795
– La Caisse d’Escompte
– La situazione finanziaria nel 1789

La cartamoneta
– 1789: la nascita degli assegnati
– 1790: l’inizio del declino
– 1791: disordine monetario e nuove emissioni
– 1792: i primi biglietti di piccolo taglio
– 1793-1794: il disastro del maximum e la fuga dell’oro
– 1795: requisizioni e svalutazione
– 1796: fine dell’assegnato ed emissione dei mandati territoriali
– Un bilancio sulla cartamoneta rivoluzionaria

La falsificazione degli assegnati
– I falsari e la repressione
– Lo Stato falsario
– I falsi di fantasia
– I punti segreti
– Come riconoscere i falsi assegnati

I biglietti e le monete di necessità
– La cartamoneta locale
– Le monete di necessità dei fratelli Monneron
– Altre monete di necessità

La moneta metallica negli anni dell’assegnato
– La monetazione costituzionale (1791-93)
– La monetazione convenzionale (1793-94)
– I segni di zecca e i simboli dei direttori
– Le zecche provvisorie

Il ritorno alla moneta metallica
– Il sistema decimale
– La creazione della nuova moneta metallica
– Le monete del Direttorio
– Il 5 franchi Union et Force
– L’organizzazione delle zecche

La monetazione ossidionale
– Mayence (31 marzo – 23 luglio 1793)
– Lione (9 agosto – 9 ottobre 1793)
– Valenciennes (13 aprile – 18 luglio 1793)
– Maastricht (19 settembre – 4 novembre 1794)
– Lussemburgo (22 novembre 1794 – 12 giugno 1795)
– Prima guerra di Vandea (1793-95)

Gli effetti della politica monetaria francese sull’Italia
– La circolazione degli assegnati francesi in Italia
– La politica monetaria della Repubblica Romana
– La monetazione decimale

Appendice I – Cronologia della rivoluzione (1780-99)
Appendice II – Il calendario rivoluzionario
Appendice III – Lista dei condannati a morte per reati monetari

Bibliografia

rivoluzione_francese_copertina

Potrebbe interessarti anche...