Macedonia, due monete per Cirillo e Metodio

Nell’anno 863 il principe Ratislav della Grande Moravia chiese all’imperatore di Bisanzio l’invio di missionari allo scopo di convertire il popolo al cristianesimo. Così l’imperatore bizantino Michele III inviò i missionari Costantino (detto Cirillo) e Metodio. Oltre a cristianizzare la Grande Moravia, Cirillo e Metodio crearono anche il primo alfabeto slavo. Infatti essi tradussero la Bibbia e altri testi sacri usando un alfabeto creato per l’occasione: quello glagolitico.
Poi questa forma di scrittura si è evoluta fino a diventare l’attuale cirillico, l’alfabeto usato anche in Macedonia. Non a caso il paese balcanico nel 2014 ha dedicato a Cirillo e Metodio due monete; entrambe presentano lo stesso disegno, sono rettangolari e parzialmente placcate in oro:

  • 100 denari in argento 925 (in foto): pesa un’oncia troy (31,10 grammi) e misura 45 x 30 millimetri;
  • 1.000 denari in argento 925: pesa 500 grammi ed è rettangolare: misura 135 x 90 millimetri.

macedonia_2014_cirillo_metodio

Precedente Germania, 25 euro 2015 per la riunificazione Successivo L'Australia celebra la Magna Charta