Il khanato di Jungaria

Il khanato di Jungaria fu uno stato, situato nell’attuale regione cinese dello Xinjiang, esistito tra il XVII e il XVIII secolo.
Nel 1572 il khanato di Kashgar inziò ad essere scosso da una grave crisi interna che portò, anni dopo, alla caduta del khan e a delle feroci lotte interne. Di questa situazione approfittò la vicina tribù degli Jungari che riuscì a conquistare Kashgar: fu così che, sotto la guida del khan Cewan Rabdan, nacque il khanato di Jungaria. La città di Yarkand fu proclamata capitale del nuovo stato.
Ecco qualche immagine di Yarkand:
.
Le mura (1868, epoca successiva al khanato di Jungaria)
Cliccate sull’immagine per ingrandirla

.

Scena di strada (1870, epoca successiva al khanato di Jungaria)
Cliccate sull’immagine per ingrandirla

A Cewan Rabdan succedette suo figlio Galdan Cheren, il quale regnò dal 1727 al 1745.
Il khanato di Jungaria fu poi conquistato dalla Cina della dinastia Qing nel 1759; l’ultima resistenza della Jungaria si ebbe con la ribellione del 1765, ma essa fu stroncata dall’esercito cinese.Qui sotto si può vedere l’espansione territoriale del khanato di Jungaria, dal 1650 fino alla conquista cinese (anni 1650-1720-1750).

Le tre cartine sono tratte dal sito zum.de
.

Qui sotto: moneta da 1 pul emessa dal khan Galdan Cheren tra il 1727 e 1745.
Metallo: rame
Diametro: 18 millimetri
Peso: 7,50 grammi

Al dritto compare la scritta in caratteri arabi (Galdan Cheren), che indica il nome del khan.
Al rovescio invece si può leggere (zarb Yarkand), ovvero “coniata a Yarkand”, che ci fa capire che la moneta è stata coniata nella città di Yarkand.
Cliccate sull’immagine per ingrandirla

Per l’evoluzione geopolitica dello Xinjiang, vi rimando a questo sito (da cui sono tratte le tre cartine inserite in questo articolo). Lo stesso sito offre anche una linea del tempo su cui sono registrati i più importanti avvenimenti della storia dello Xinjiang.
Invece, per ammirare la Grande Moschea di Yarkand (costruita nel XVI secolo), vi rimando a questo sito.
Un’ultima curiosità; nel 1298 Marco Polo, descriveva così questa regione (il cui centro, a quel tempo, era la città di Kashgar):
Casciar fu anticamente reame; aguale è al Grande Kane; e adorano Malcometto. Ell’à molte città e castella, e la magiore è Casciar; e sono tra greco e levante. È vivono di mercatantia e d’arti. Egli ànno begli giardini e vigne e possessioni e bambagie assai; e sonvi molti mercanti che cercano tutto il mondo. È sono gente scarsa e misera, ché male mangiano e mal beono. Quivi dimorano alquanti cristiani nestorini, che ànno loro legge e loro chiese; e ànno lingua per loro. E dura questa provincia 5 giornate.
.
Precedente Le monete delle colonie francesi (1825-44) Successivo Pierre Mendès France (1907-82)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.