Grecia, due monete per Ippocrate di Kos

Ippocrate di Kos è considerato il padre della medicina occidentale. Egli nacque nel 460 a.C. e morì prima del 377 a.C.
Egli rivoluzionò il concetto di medicina, separandola dalla teurgia e dalla filosofia e istutuendola come professione a sé stante.In particolare,  Ippocrate ebbe il merito di promuovere lo studio sistematico della medicina clinica, riassumendo le conoscenze mediche delle scuole precedenti e descrivendo le pratiche mediche nel Corpus Hippocraticum e in altre opere.
Ippocrate sostenne la “teoria umorale”, secondo cui il corpo umano sarebbe governato da quattro umori: sangue, bile gialla, bile nera, flegma. Essi condurrebbero alla salute (crasi) nel caso in cui siano in equilibrio, alla malattia nel caso opposto; questa teoria fu espressa nel De Natura hominis, opera del suo discepolo Probo.
Ippocrate diede importanza al concetto di dieta e di alimentazione all’interno della dottrina degli umori; a lui va attribuita anche la coniugazione di medicina e chirurgia, ad esempio mediante purghe e salassi. Ancora oggi alcune malattie portano il suo nome, come le “dita ippocratiche”, o “a bacchetta di tamburo”, e la “faccia ippocratica”, tipica delle condizioni di sofferenza e indebolimento,  come nella peritonite.
Ippocrate portò avanti una riflessione sui doveri morali del medico, insistendo sull’esigenza che esso conduca una vita regolare e riservata, senza speculare sulle malattie dei pazienti ma anzi curandoli gratuitamente se bisognosi e stabilendo un legame di sincerità con i malati. Il testo più celebre che codifica l’etica medica di Ippocrate è il suo giuramento, ancor oggi in uso, in cui vengono elencati i principi fondamentali che deve seguire chi la professione medica: diffusione responsabile del sapere, impegno a favore della vita, senso del proprio limite, rettitudine e segreto professionale.

Nel 2013 la Grecia dedica ad Ippocrate due monete:

  • 10 euro in argento 925: pesa 34,10 grammi ed ha un diametro di 40 millimetri. Disegnata da G. Stamatopoulos, la moneta ha una tiratura di soli 1.000 pezzi. Il prezzo di emissione è di 65 euro;

grecia_2013_ippocrate_ag

  • 200 euro in oro 917: pesa 7,98 grammi ed ha un diametro di 22 millimetri (peso, titolo e diametro sono identici a quelli della sterlina inglese). Disegnata da G. Stamatopoulos, la moneta ha una tiratura di soli 1.200 pezzi. Il prezzo di emissione è di 500 euro.

grecia_2013_ippocrate_au

Precedente Germania, moneta per Hänsel e Gretel Successivo Cambogia, banconota per i 60 anni del re

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.