Russia, moneta per la città di Pskov

Pskov è una città della Russia europea, capoluogo dell’omonimo oblast.
La città era anticamente chiamata Pleskov, che significa “il paese dalle acque gorgoglianti”. La sua più antica menzione risale al 903, anno in cui il Manoscritto Nestoriano registra il matrimonio tra Igor di Kiev ed Olga, una nobile locale. Nel 1241 fu conquistata dai Cavalieri Teutonici, ma Alexander Nevskij la liberò pochi mesi dopo, durante la leggendaria campagna che nel 1938 ispirò il celebre film di Sergei Eisenstein.
Dal XIV secolo la città divenne uno Stato di fatto sovrano, la Repubblica di Pskov. Il suo punto di forza fu la sua attiva classe mercantile che permise alla città di entrare far parte della Lega Anseatica; l’indipendenza di Pskov fu formalmente riconosciuta da Novgorod nel 1348. Alcuni anni dopo l’organo l’assemblea legislativa dello Stato promulgò un codice di leggi (anche chiamato la “Carta di Pskov”) che rappresentò una delle fonti principali dal cui nel 1497 attinse il primo corpo di leggi unitario di tutta la Russia. Per il resto della Russia la Repubblica di Pskov rappresentava un ponte verso l’Europa, per quest’ultima era un avamposto occidentale russo.
A causa della sua posizione lo Stato fu soggetto a numerosi attacchi militari, l’ultimo dei quali ebbe luogo dal 9 luglio 1941 al 23 luglio 1944. In questo periodo Pskov fu invasa dall’esercito nazista: prima che le truppe della Wehrmacht riuscissero ad occupare la città, molti antichi edifici (in particolare le chiese) furono distrutti dai bombardamenti, sotto i quali morirono molti cittadini.

In memoria di questo sacrificio, nel 2013 la Russia ha dedicato a Pskov una moneta commemorativa da 10 rubli. Vi è raffigurato lo stemma della città. La moneta è in acciaio placcato ottone, pesa 5,63 grammi ed ha un diametro di 22 millimetri. La tiratura è di 10.000.000 di pezzi, tutti destinati alla normale circolazione.

russia_2013_pskov

Precedente Polonia, niente euro almeno fino al 2019 Successivo 1025 anni fa l'Ucraina divenne cristiana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.